Di Francesco: «Dovevamo dare continuità di risultati, ci siamo riusciti»

© foto Torino 18/10/2020 - campionato di calcio serie A / Torino-Cagliari / foto Image Sport nella foto: Eusebio Di Francesco

Al termine del match tra Parma e Cagliari il tecnico dei rossoblù Di Francesco ha analizzato la partita del Tardini

Nel dopo gara di ParmaCagliari, il tecnico rossoblù Eusebio Di Francesco ha anlizzato il match terminato sullo 0-0 allo stadio Tardini parlando attraverso il sito ufficiale della società Cagliari Calcio.

FASE DIFENSIVA «Siamo passati a marcare a uomo in occasione dei calci piazzati e sono soddisfatto: abbiamo concesso poche occasioni al Parma di farci male, non abbiamo preso gol e ho responsabilizzato alcuni giocatori».

SCELTE TECNICHE DI FORMAZIONE «Alberto nell’ultimo periodo aveva fatto bene, segnando in Coppa e offrendo una buona prova contro l’Inter, quando aveva fatto salire la squadra e lavorato con i compagni. Oggi ha fatto più fatica, ma è stato meno supportato. Oliva è cresciuto col passare dei minuti, mi è piaciuto per abnegazione e sotto l’aspetto tattico».

I GUARITI DAL COVID «Abbiamo dovuto rinunciare nelle passate settimane a giocatori importanti per causa del Covid. Per noi è sempre un grosso dubbio valutare le condizioni di chi arriva dal virus, sia fisiche che mentali. Ho inserito Simeone perché volevo un giocatore che desse maggior profondità e brillantezza, venendo a cercare palla tra le linee e allungando la difesa del Parma».

I RISULTATI – «Non mi piace circoscrivere il cammino di una squadra ad un ciclo di partite: guardo alle dodici gare sin qui giocate, nell’ultimo periodo abbiamo lasciato per strada qualche punto, penso all’ottima prova di Verona e a quella contro lo Spezia. Dovevamo dare continuità di risultati, ci siamo riusciti».

PROSSIMO INCONTRO – «Ci aspettano da qui alla fine dell’anno due incontri delicati contro Udinese e Roma, avversari potenzialmente fortissimi. Di partite facili non ce ne sono, in alcune gare ritenute alla nostra portata ci siamo complicati la vita, dunque guai a sottovalutare qualcuno».

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!