Connettiti con noi

Hanno Detto

Deiola: «Ho il rossoblú tatuato sulla pelle, da sardo giocare qui vale doppio. Tutti crediamo alla salvezza»

Pubblicato

su

Alessandro Deiola ha parlato del campionato del Cagliari e del suo attaccamento ai colori rossoblú

Alessandro Deiola è intervenuto ai microfoni di Videolina Sport per commentare il cammino del Cagliari in campionato e il suo attaccamento ai colori rossoblú. Le sue parole riportate dal sito ufficiale del club.

STRADA GIUSTA – «La strada è lunga, ma abbiamo intrapreso quella giusta: a Empoli ci aspetta un’altra finale. La gara di oggi ci dà sicuramente entusiasmo, è stata dura ma siamo riusciti a portare a casa tre punti importanti. Da dopo la pausa abbiamo una mentalità diversa, oggi non abbiamo avuto paura dell’Atalanta e sono sicuro che sia questo lo spirito giusto per raggiungere la salvezza.

LA MENTALITÀ – Non guardiamo la classifica, siamo concentrati solo su noi stessi: abbiamo deluso nel girone d’andata, le cose andavano male e tutto si complicava. La svolta si è vista a Torino contro la Juventus, ora ragioniamo partita dopo partita e continuiamo a lavorare duro. Chiunque giochi ci mette l’anima e questo permette di far fronte anche alle assenze. I nuovi arrivati ci stanno dando una grossa mano, penso alla difesa di oggi con Goldaniga, Lovato e Obert. Hanno qualità e lo stanno dimostrando.

AMARE QUESTA MAGLIA – Ho il rossoblù tatuato sulla pelle, essere sardi nel Cagliari vale doppio. Da sardo devi sempre dare qualcosa in più e soprattutto far capire a chi viene da fuori cosa rappresentino e quale sia il peso e il valore di questi colori».

SALVEZZA – «La prossima gara è più importante di questa: l’Empoli è forte e ha fatto bene con tante squadre, ma se abbiamo una certezza in questo momento è che tutta la squadra crede nella salvezza e lotterà fino alla fine»

Advertisement