Crotone-Cagliari 3-1, le pagelle dei rossoblu

© foto www.imagephotoagency.it

Comincia male il 2016 del Cagliari, che nel posticipo della 1^ giornata di ritorno esce sconfitto 3-1 dal big match sul campo del Crotone. Una sconfitta netta per i rossoblu, maturata soprattutto nella ripresa, quando la squadra di Rastelli è stata messa alle corde dai padroni di casa per poi rimanere in nove per le espulsioni di Balzano Krajnc rischiando di soccombere in diverse occasioni. Una sconfitta che costa al Cagliari il primato in classifica, passato proprio nelle mani dei calabresi. 

 

Storari 5,5: Para il rigore a Salzano e nel primo tempo si riscatta su Balasa dopo l’uscita a vuoto sul colpo di testa di Budimir in avvio di gara. Non perfetto anche in occasione della respinta che consente a Ricci di siglare il terzo gol.
Balzano 5: Il Cagliari fatica sugli esterni, vero, ma ha l’ulteriore demerito di lasciare in dieci i compagni per due ingenuità che gli costano l’espulsione.
Salamon 6,5: Il Cagliari fatica tanto stasera, lui è tra i pochi a reggere all’onda d’urto crotonese. Si fa valere nel duello fisico e tecnico con Budimir e in difesa è lui a dare le maggiori sicurezze.
Krajnc 5: Fa fatica, specie nella ripresa quando il Crotone mette alle corde il Cagliari. Poi il vistoso fallo di mano che regala il rigore al Crotone lasciando i suoi in nove.
Pisacane 5: Partita di grande difficoltà anche per lui, indicato alla vigilia tra gli uomini più affidabili di Rastelli. Fatica tantissimo contro un avversario ostico come Martella, su cui sbaglia l’uscita di testa consentendo all’esterno di riportare in vantaggio il Crotone.
Munari 5,5: Bene nel primo tempo, quando recupera tantissimi palloni. Nella ripresa, quando il Crotone spinge, fatica a tenere il passo degli avversari. (Dal 67′) Cerri 5: Non riesce a far respirare il Cagliari dalla spinta continua degli avversari, perdendo i pochi palloni che tocca.
Di Gennaro 6: Nel primo tempo il Cagliari, anche in svantaggio ha il merito di tenere in mano il pallino del gioco per lunghi tratti, e il merito è gran parte del regista rossoblu, che riesce a far girare bene il pallone. (Dal 61′) Tello 5,5: Prova a darsi fare in mezzo al campo, ma con un uomo in meno e una squadra alle corde sarebbe stato difficile per chiunque.
Fossati 5,5: Benino nel primo tempo, quando il Cagliari ha a lungo il possesso palla. L’uscita di Di Gennaro e lo spostamento in regia lo espongono alle inevitabili difficoltà nel contrastare la foga dei crotonesi.
Joao Pedro 6: È suo il primo squillo del Cagliari in un primo tempo dall’avvio choc. Pregevole il tocco con cui restituisce palla a Farias propiziando il pareggio del connazionale. Poco altro a dir la verità, ma in una partita complicata è tra i pochi a sembrar di mantenere la lucidità.
Giannetti 4,5: Assente ingiustificato questa sera. Non riesce mai a trovare la posizione e di conseguenza a svolgere quel prezioso lavoro per la squadra che lo contraddistingue. L’emblema della sua partita è tutto in un tentativo di rovesciata completamente sballato. (Dal 55′) Murru 5: Entra con il Cagliari già in dieci, ma nella difficoltà generale finisce anche lui per cadere in errori banali e in un atteggiamento insicuro.
Farias 6,5: Nel primo tempo segna la rete del pareggio con una grande azione, va vicino al raddoppio e crea costante pericolo alla difesa avversaria. Nella ripresa la musica cambia e anche lui finisce per essere travolto dalla piega che prende la gara.
 
Rastelli 5,5: La scelta di schierare Pisacane e Balzano dall’inizio per contrastare la spinta del Crotone sulle fasce non ha funzionato. Entrambi gli esterni sono andati in grande difficoltà ed è lì che alla fine il Cagliari ha perso la partita. Nella ripresa ‘espulsione di Balzano limita poi i margini di scelta a disposizione del tecnico.
Articolo precedente
Balzano, Krajnc e Murru saltano Cagliari-Ternana
Prossimo articolo
Cagliari, Rastelli a Sky: «Gli episodi hanno influito molto. Complimenti al Crotone»