Connettiti con noi

Hanno Detto

Contini: «Futuro? non chiudo nessuna porta. Ecco a chi mi ispiro»

Pubblicato

su

L’attaccante del Cagliari Primavera Gianluca Contini ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole

È il fiore all’occhiello del Cagliari Primavera ed è già nel giro della prima squadra: Gianluca Contini, 10 goal in campionato, si è raccontato in un intervista alla Gazzetta dello Sport. Ecco le sue parole

I MISTER AVUTI – «Con mister Agostini ci conosciamo da tempo, quest’anno mi ha responsabilizzato, a volte sembra un compagno è una bella persona. A mister Canzi devo tanto, mi ha fatto crescere»

ESORDIO IN A MANCATO – «Mister Di Francesco mi chiamava spesso ad allenarmi in prima squadra, dispiace sia andato via. Nelle ultime settimane ho fatto qualche allenamento con Semplici e mi ha colpito. Mi sarebbe piaciuto esordire, e se ci saranno le condizioni prima della fine significa che il Cagliari è salvo. Punto ai playoff e titolo di capocannoniere»

ISPIRAZIONE PRIMA SQUADRA – «Pavoletti mi ha sempre aiutato. Cerco di rubare la grinta di Nandez, è mostruoso»

ISPIRAZIONE GENERALE – «Mi piace molto Chiesa. Ora gioco da prima punta ma in futuro preferirei agire più da esterno offensivo»

OLBIA – «Ho tanti amici all’Olbia, sento spesso Ladinetti e mi piacerebbe giocare lì, ma non chiudo le porte a nulla, anche al restare al Cagliari se merito»

COMPAGNI IN PRIMAVERA – «Zito Luvumbo è forte, ancora un può fuori condizione ma ha grandissime qualità. Delpupo, Masala e Tramoni mi stanno impressionando»

CARATTERE – «Uso poco i social, ogni tanto gioco a Warzone con Tripaldelli. In campo ho imparato a limitarmi, mentre fuori mi piace ancora scherzare»