Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Semplici: «Abbiamo il destino nelle nostre mani. Su Nainggolan…»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Semplici: le parole del tecnico alla vigilia della sfida contro l’Udinese, match valido per la 32ª giornata di Serie A

Dopo l’incredibile vittoria del Cagliari contro il Parma, i rossoblù si apprestano a sfidare alla Dacia Arena l’Udinese di Gotti per continuare a sperare nella salvezza.

Nel giorno di vigilia, martedì 20 aprile, Leonardo Semplici ha parlato in conferenza stampa per presentare l’incontro alle 13.45. Cagliari news 24 ha seguito LIVE le sue parole.

GUARDA LA CONFERENZA DI SEMPLICI


INDISPONIBILI – «Sottil e Tramoni non saranno a disposizione. Gli altri sono recuperati»

MODULI – «I moduli contano il giusto ma conta soprattuto la mentalità che mettiamo nella gara. Nell’ultima mezz’ora c’era la voglia di recuperare il risultato e portare a casa una vittoria. La cosa che mi aspetto è di dare continuità a quella voglia e determinazione che ci deve essere in una squadra come la nostra che vuole arrivare alla salvezza».

JOAO PEDRO – «È importantissimo per noi, gli manca solo il gol. Stiamo lavorando affinchè lo ritrovi perchè è importante per lui come per tutta la squadra. Vedremo domani come andremo a sviluppare il nostro modo di stare in campo»

CAMBIO – «Le scorie ci sono senza ombre di dubbio, abbiamo fatto una partita dove abbiamo dato tutto e quindi siamo stati attenti a far recuperare le energie ai giocatori. Ci potrebbe essere qualche cambio ma saranno minimi, magari dando spazio a chi»

AVVERSARIO SALVEZZA – «Noi facciamo la corsa su noi stessi, abbiamo una squadra adeguata per uscire da questa situazione. Per quanto riguarda le altre è chiaro che andranno valutati i loro risultati ma ancora oggi abbiamo il destino nelle nostre mani».

SUPERLEGA – «Io non sono d’accordo. Gli organi giusti valuteranno la situazione ma in questo momento sono centratissimo sulla salvezza del Cagliari».

CAGLIARI PIU PROPOSITIVO – «Me lo auguro. In questo momento non abbiamo nulla da perdere, possiamo tirare fuori quel coraggio e quella spregiudicatezza che ci serve. Andremo a Udine per fare una prestazione importante e dobbiamo tirare fuori questo tipo di mentalità».

NAINGGOLAN – «Mettere Radja più avanti è stata una scelta tecnica. Lui è più abituato a giocare lì ma anche Joao Pedro è stato spostato, voglio che partecipi di più alla manovra e attraverso loro due ho cercato di dare più qualità alla manovra. Vedremo se domani ripeteremo uno schieramento del genere».

VITTORIA PARMA – «Quando sono arrivato qua sapevo che la situazione è abbastanza difficile e visto che non ho la bacchetta credo ci voglia un percorso per ottenere certi risultati. Mi auguro che la vittoria di sabato ci possa dare slancio, forza e convinzione per affrontare questo finale di campionato».

JOAO PEDRO – «È una valutazione che l’allenatore deve fare ma ci devono essere i giusti equilibri. In questo momento dobbiamo fare più punti possibili, valuteremo partita dopo partita quello che sarà meglio proporre per la squadra».