Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Mancini: «Non sono preoccupato. Immobile? Magari ci farà vince il Mondiale»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Mancini: le parole del ct azzurro in vista del match di domani contro la Lituania

Roberto Mancini parla in conferenza stampa alla vigilia del match contro la Lituania. Le sue parole.

SENSI E BERNARDESCHI – «Sensi sta bene, ha avuto un problema a inizio settimana e l’avevamo messo un po’ in disparte e ora invece sta bene. Bernardeschi? Può essere giochi, è un giocatore fresco».

ULTIME PRESTAZIONI – «Io non mi preoccupo molto. I ragazzi psicologicamente devono stare benissimo, hanno vinto l’Europeo e devono giocare tranquilli. Purtroppo la palla non entra a volte, e noi in Italia andiamo a cercare un colpevole di tutto. Ma noi dobbiamo isolarci un po’ da questo e fare certe cose un po’ meglio e la squadra deve continuare a fare ciò che fa e Immobile uguale. Il gol arriverà».

GOL. – «Intanto dobbiamo vincere, se vinciamo domani recuperiamo punti. Detto ciò, si potrebbe anche arrivare alla differenza reti se si arriva a pari punti. Ma noi abbiamo tre partite, se le vinciamo tutte e tre siamo qualificati. La gara di domani non sarà semplice, loro sono fisici e si metteranno dietro. Starà a noi sbloccarla e poi gestirla al meglio».

FALSO NUEVE – «Abbiamo tutte le possibilità, dobbiamo solo valutare la stanchezza dei giocatori. Siamo a inizio stagione e i ragazzi vengono dall’Europeo, quindi ci vogliono anche giocatori freschi».

JORGINHO – «Lui ci crede? Questo è importante, intanto ci crediamo. Tre anni fa tutti, anche i miei amici, pensavano non ci fosse un giocatore da Nazionale. Noi ci siamo riuniti e abbiamo vinto l’Europeo. Siamo tranquilli, siamo solo dispiaciuti per aver perso quattro punti che non era giusto perderli. Però un po’ di sorte ci ha aiutato durante l’Europeo e ora un po’ di sorte ci ha sfavorito. Ora sappiamo di dover vincere le prossime tre».

IMMOBILE – «Sai cosa mi sembra, che si sia tornati a Mario Balotelli…Premesso che io non ho alcun tipo di problema, abbiamo vinto l’Europeo in 26 e Ciro è sempre stato titolare. Poi in due partite ha fatto gol, altre volte ci è andato vicino. Poi alcune volte la palla non entra: io devo dirgli, certo, di fare certi movimenti ma non vedo un grande problema. Ha sempre fatto gol, magari al Mondiale fa 8 gol e vinceremo il Mondiale».