Concorso per il “nuovo” Sant’Elia: lo Stade de France il modello

© foto www.imagephotoagency.it

Non più casa del Cagliari da qualche mese, in molti si interrogano sul futuro dello stadio Sant’Elia. Il Comune di Cagliari, in questi giorni, ha indetto un concorso internazionale per la presentazione delle migliori idee riguardanti l’utilizzo dell’intero impianto.

MODELLO STADE DE FRANCE – L’idea, secondo le indiscrezioni, dovrebbe essere quella di un utilizzo “polifunzionale” dello stadio, alla maniera dei grandi stadi olimpici di tutto il mondo. Il modello preso in considerazione, tanto per capirci, è quello dello Stade de France di Parigi, un impianto dove non soltanto si gioca a calcio, ma in cui si svolgono spesso e volentieri anche manifestazioni di atletica leggera. Lo stadio dovrebbe avere tra i 22mila ed i 25mila posti a sedere.

QUARTIERE A 360 GRADI – Si punta anche alla riqualificazione urbana dell’intero quartiere Sant’Elia: il tutto per un costo complessivo di circa 40 milioni di euro. Nel nuovo stadio possibile anche la presenza di sale convegni, beauti farm, uffici, ristoranti e negozi di vario genere: saranno i privati con le idee migliori (ovvero quelle a minore impatto ambientale) a vincere la gara d’appalto.

Articolo precedente
In edicola “Cuore Rossoblu”: gli argomenti di questo mese
Prossimo articolo
Bruno Conti: « Io al Cagliari? No, basta Daniele »