Como-Cagliari, le pagelle dei rossoblù

© foto www.imagephotoagency.it

Un pareggio che sa di sconfitta. La prova del Cagliari Como non è stata negativa, ma l’1-1 contro l’ultima in classifica non è un risultato accettabile per una squadra che vuole arrivare al primo posto in classifica.

 

LE PAGELLE:

 

Storari 6: Salva il risultato dopo pochi minuti sul tiro di Lanini. Forse avrebbe potuto fare qualcosa di più sul gol di Cristiani.

 

Balzano 5,5: Spinge sulla destra e mette dentro anche buoni cross, ma in fase difensiva soffre le incursioni del Como.

 

Ceppitelli 6: Al centro della difesa è una sicurezza e quando si tratta di anticipare l’attaccante non è mai un problema.

 

Capuano 6: Confermato dopo il gol al rientro con il Brescia. La tenuta fisica dopo cinque mesi di assenza non può essere delle migliori, ma la qualità è sempre quella.

 

Murru 5: Non disputa una brutta partita, ma ha evidenti colpe sul gol dell’1-1 di Cristiani. Si perde completamente in marcatura il centrocampista del Como.

 

Tello 6: Bene nel primo tempo, non nel secondo dove comunque prova a rendersi pericoloso con la sua imprevedibilità.

 

Fossati 6: Dal suo piede su palla inattiva partono le occasioni più pericolose del Cagliari. Batte l’angolo per il gol di Deiola e tutti i calci da fermo da cui nascono le occasioni nel secondo tempo. In fase di costruzione potrebbe e dovrebbe fare qualcosa di più. (dall’82’ Di Gennaro s.v.).

 

Munari 6: Solita prestazione di sostanza a centrocampo. Dà equilibrio a un reparto rivoluzionato dalla contemporanea assenza di Farias e Joao Pedro. (dal 64’ Cinelli 5: Entra e dopo due minuti arriva il gol del pareggio. Non dà niente di più di quello che dovrebbe garantire un giocatore che entra dalla panchina).

 

Deiola 6,5: Senza i brasiliani, Rastelli gli affida la trequarti, ovviamente con caratteristiche diverse. Pronti via e ha l’occasione per segnare, ma eccede d’altruismo cercando l’assist per Sau. Poi su calcio d’angolo trova il gol dell’1-0 che alla fine non basterà per portare a casa i tre punti.

 

Giannetti 5,5: In calo rispetto alle scorse partita. Lotta, ma fatica a crearsi occasioni se non un colpo di testa parato miracolosamente da Scuffet.

 

Sau 5: Un’altra prestazione opaca. Fallisce ad inizio primo tempo il possibile gol dell’1-0 a tu per tu con Scuffet. Il gol di sabato non è bastato a sbloccarlo. (dal 67’ Cerri 5,5: Non si può dire che non ci provi, ma fatica a trovare la via del gol).

 

Rastelli 5: Alla vigilia della partita aveva detto che il Cagliari a Como aveva solo da perdere. E il pareggio in casa dell’ultima in classifica è come una sconfitta. Dopo il largo 6-0 al Brescia, arriva un passo palso che va ad unirsi al trend degli ultimi due mesi. Con la contemporanea assenza di Joao Pedro e Farias, i due migliori marcatori della squadra, è costretto a rivoluzionare l’attacco, ma sull’1-1 si poteva osare di più rispetto al cambio Sau-Cerri. La squadra dal punto di vista del gioco è in ripresa, ma i risultati latitano e oggi ha perso l’occasione di agganciare il Crotone in testa alla classifica.

Articolo precedente
Serie B, 37^ giornata: vittorie per Bari, Cesena e Pescara. In coda respirano Modena e Livorno
Prossimo articolo
Rastelli a Sky: «Peccato per il pareggio, dobbiamo ancora fare i punti che ci mancano»