Chiuso il mercato invernale: Cagliari, due arrivi e tre partenze

© foto www.imagephotoagency.it

Non è stato un mercato tumultuoso quello che ha visto protagonista il Cagliari nella finestra invernale appena conclusa. Si sapeva che non ci sarebbero stati fuochi d’artificio, anche e soprattutto in virtù di una stagione che vede i rossoblù in testa alla classifica e non richiede né interventi urgenti né scossoni deleteri per lo spogliatoio. La dirigenza cagliaritana era mossa innanzi tutto dalla necessità di colmare il buco lasciato dall’infortunio di Dessena, e poi per venire incontro alle esigenze di qualche giovane che aveva manifestato la voglia di trovare maggior spazio sul campo.

 

USCITA – A lasciare la maglia rossoblù sono in tre, tutti partiti con la formula del prestito. Si tratta di Alessio Cragno, portiere chiuso quest’anno da Storari e desideroso di minutaggio per poter suffragare la maglia da titolare della Nazionale Under 21. Il numero uno toscano è andato alla Virtus Lanciano con la formula del prestito secco. Prestito, con diritti di riscatto e controriscatto, anche per Nicolò Barella. Il talentino sardo, che mister Rastelli vede trequartista e quindi in concorrenza proibitiva con i brasiliani del Cagliari, è approdato al Como dove ritrova Matteoli che lo ha visto crescere nel vivaio e Festa che lo ha fatto esordire in Serie A. Arriverà da avversario sabato al Sant’Elia Simone Benedetti, che è stato ceduto in prestito fino a fine stagione alla Virtus Entella: il club ligure ha il diritto di riscattarne il cartellino a fine campionato.

 

ENTRATA – Detto dell’esigenza di tamponare la falla lasciata in rosa dall’infortunio di capitan Dessena, la scelta del ds Capozucca è ricaduta su Antonio Cinelli, proveniente dal Vicenza a titolo definitivo e con contratto fino a fine stagione. La mezzala, oltre alle innegabili doti di incontrista, arriva in rossoblù dopo aver affiancato la scorsa stagione Di gennaro in maglia biancorossa: particolare questo che ne agevola decisamente l’ambientamento nel centrocampo di Rastelli. Dopo tanti nomi di categoria superiore (Gazzi e Nocerino i più gettonati) si è scelto dunque di puntare sulla voglia di emergere di un giocatore che la Serie A può conquistarla proprio in rossoblù. L’altra operazione in entrata, dettata dalla partenza del secondo portiere, è relativa all’esperto Rafael che arriva in prestito con diritto di riscatto dall’Hellas Verona.

Articolo precedente
Serie B, nel posticipo lo Spezia batte la Salernitana
Prossimo articolo
Cagliari senza Munari: Cinelli pronto all’esordio dal 1′