Connettiti con noi

Ex Rossoblù

Ceppitelli: «Cagliari-Bari? Sono legato a entrambe le piazze, sarebbe stato bello giocarla»

Pubblicato

su

L’intervista rilasciata del difensore passato per Cagliari Luca Ceppitelli, doppio ex del prossimo match fra sardi e Bari

Ha parlato presso i microfoni del Corriere dello Sport, Luca Ceppitelli. Il difensore italiano rappresenta un doppio ex del prossimo match del campionato di Serie B fra Bari e Cagliari. La partita andrà in scena all’Unipol Domus questo sabato. Ecco le dichiarazioni del giocatore:

TIFARE – «Faccio fatica a sceglierne una, anche se un risultato in mente ce l’ho, ma non lo dico. Punto tutto sullo spettacolo che vincerà».

CURIOSITA’ – «Sono due piazze alle quali sono legatissimo e quindi vivrò con grande curiosità la partita. Sono convinto che entrambe faranno un bel campionato. Il Cagliari credo sia in assoluto la squadra più forte e giocherà per vincere il torneo. Il Bari ha un gruppo ben strutturato che ha iniziato col piede giusto grazie a un mix tra esperienza e qualche giovane che si sta mettendo in mostra. Sarà una gara combattuta».

SERIE B – «Il livello si è alzato di molto e le dinamiche si svilupperanno nel corso della stagione, ma vedo il Cagliari un gradino più su rispetto alle altre pretendenti alla A».

PROTAGONISTI – «Cheddira è l’uomo in più del Bari, mentre per i rossoblù ho visto Rog in grande crescita pronto a tornare ai livelli che conosciamo».

DISPIACERE – «Tantissimo. Sarebbe stato bello poterla giocare».

IL GIOCO – «Mi è piaciuto molto essere definito “Ministro della Difesa” perché mi appartiene. Mi piace tenere le redini della situazione, però è anche vero che far gol è l’essenza del calcio. E anche se facciamo i difensori e non è il nostro mestiere, se capita di riuscire a realizzarne qualcuno è il valore aggiunto alla prestazione che fa un gran piacere».

RICORDI – «A Bari la seconda parte dell’ultima stagione, un campionato davvero particolare. Una ricorsa incredibile in una piazza che è rinata. A Cagliari ne ho davvero tanti perché ne abbiamo passate di ogni genere. In Sardegna sono riuscito a esaudire tanti sogni come giocare in A negli stadi più belli. Farei fatica a trovare un momento. Forse vincere la B, una bellissima sensazione ma anche la doppietta al Parma non la dimentico».

FUTURO – «Ho ancora tanto da dare e sto scalpitando. Non so se sarà in Italia o all’estero perché non mi precludo niente. Ora che sono lontano dal campo, ho capito quanta voglia abbia ancora di giocare. E per questo mi sto allenando tutti i giorni».

ACQUISTI CAGLIARI – «Difficile dire chi sia stato il miglior colpo, ma mi piace pensare a Mancosu. Lo ritengo il giocatore giusto perché conosce la piazza, è sardo e cagliaritano, ma soprattutto attaccato alla maglia. Poi c’è il grande professionista, intelligente, dotato di grande qualità. Sono certo che, soprattutto in questo momento della sua carriera, possa portare al Cagliari quel qualcosa in più che possa fare la differenza».

RAMMARICO – «Mi sarebbe piaciuto continuare ma non ci sono state le condizioni quindi l’avventura nel Cagliari è terminata così. Ma sono pronto a rimettermi in gioco e abbracciare una nuova sfida».

Advertisement

News

Video

Cagliari News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 50 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 – PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Cagliari Calcio S.p.A. Il marchio Cagliari Calcio è di esclusiva proprietà di Cagliari Calcio S.p.A.