Connettiti con noi

2013

Cellino aspetta la Cassazione per tornare in libertà

Pubblicato

su

Rifiutando di uniformarsi alla decisione del Gip, che ieri ha annullato gli arresti domiciliari, Massimo Cellino ha respinto il ritorno alla libertà. Il presidente del Cagliari ha deciso di rimanere nell’appartamento del centro sportivo di Assemini, ma potrebbe uscirne oggi da uomo libero, senza l’incombenza di presentarsi ogni martedì e venerdì  alla polizia giudiziaria. Questa mattina, infatti, la Cassazione discuterà del ricorso presentati dai legali di Cellino, Giovanni Cocco, Giorgio Altieri e Giuseppe Accardi, i quali puntano alla totale smentite delle decisioni del giudice per le indagini preliminari, Giampaolo Casula, e del sostituto procuratore, Enrico Lassu. Se la Cassazione dovesse ritenere fondante le tesi della difesa, Cellino uscirebbe da Assemini totalmente libero e senza alcun obbligo da rispettare. Come riportato stamane dal Corriere dello Sport, il presidente, insomma, domenica prossima potrebbe essere in tribuna a Trieste per seguire la partita del Cagliari contro la Lazio, un rito a cui non prende parte dallo scorso 14 febbraio.