Caso Is Arenas, Cassazione: “Masala poteva essere scarcerato”

© foto www.imagephotoagency.it

La Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso dell’avvocato difensore di Andrea Masala, ha stabilito che il dirigente di Quartu, accusato di falso ideologico e tentato peculato, avrebbe potuto lasciare il carcere già a dicembre, quando il Tribunale del Riesame decise invece di rigettare l’istanza. Già allora era stata sostenuta l’ipotesi che non esistessero più le condizioni per giustificare la misura cautelare della carcerazione per evitare la possibilità di inquinamento delle prove. Non si esclude la possibilità che la sentenza della Cassazione abbia influito su quella analoga assunta oggi dal Tribunale del Riesame riguardo gli altri tre indagati, il sindaco Contini, l’assessore Lilliu e il presidente Cellino. Tutti, infatti, potranno beneficiare degli arresti domiciliari. 

Articolo precedente
Bologna, idea Naldo contro il Cagliari
Prossimo articolo
Avv. Cellino: “Presidente ha ribadito di non voler uscire a queste condizioni”