La carica degli ex Jeda e Acquafresca in vista di Cagliari-Bologna

sion acquafresca
© foto www.imagephotoagency.it

In vista di Cagliari-Bologna, gli ex attaccanti rossoblù Jeda e Robert Acquafresca sono stati intervistati da L’Unione Sarda

Ventuno gol in due stagioni e mezzo per uno, trentadue in tre campionati per l’altro. Jeda e Acquafresca sono stati due degli attaccanti più prolifici del Cagliari recente. Due ex di lusso, che non hanno certo dimenticato i loro anni migliori vissuti in Sardegna. In vista della partita di sabato dei rossoblù contro il Bologna (ore 15, Sardegna Arena), L’Unione Sarda ha intervistato i due, protagonisti nel 2008 con una doppietta a testa in un 5-1 proprio sui felsinei.

JEDA – Il brasiliano Jeda ha commentato il rendimento degli attaccanti del Cagliari: «Joao Pedro è un giocatore che mi somiglia molto – dice il brasiliano – Sau e Farias devono ritrovare serenità, prendersi le responsabilità, ma senza ansie. Loro possono spostare gli equilibri». In vista della sfida con il Bologna, invece, «serve equilibrio, il Cagliari dovrà prima di tutto fare attenzione a non subire gol». L’ex rossoblù conclude parlando delle potenzialità della squadra di Maran«È difficile, ma il Cagliari ha i mezzi per fare un campionato tranquillo».

ACQUAFRESCA – Robert Acquafresca è un doppio ex del match di sabato, avendo vestito il rossoblù emiliano per diverso tempo ma con poco successo (appena 9 gol in 5 stagioni). Per questo l’attuale attaccante del Sion (Serie A svizzera) non ha dubbi: «Tiferò Cagliari». Il centravanti continua a mandare segnali d’amore alla sua ex squadra: «Io continuo a sognare di tornare. Ho sempre sperato di ricevere una telefonata, non ne faccio certo una questione economica. Cagliari è tutto ed è casa mia».

Articolo precedente
Cagliari U16 in campo contro il Brescia
Prossimo articolo
suazoFigc, tre ex rossoblù tra i nuovi allenatori professionisti