Calcagno, vice presidente AIC: «Abbiamo una responsabilità per il futuro»

calcagno
© foto www.imagephotoagency.it

Calcagno, vice presidente AIC: «Abbiamo responsabilità per il futuro, non possiamo renderci conto di quello che sta succedendo»

Umberto Calcagno, vice presidente dell’AIC, è intervenuto durante una diretta social con il giornalista di Sky Gianluca Di Marzio. Ecco le parole del dirigente sul futuro del calcio italiano:

«La maggioranza dei calciatori guadagna meno di 50mila euro lordi all’anno. Quando si pensa ai calciatori non si pensa mai a questa maggioranza che sarebbe in crisi rinunciando ad uno stipendio. Non possiamo non renderci conto di quello che sta vivendo il nostro mondo. Abbiamo la responsabilità per il futuro e bisogna evitare di iscrivere un domani società che possono garantire il loro impegno durante la competizione. L’ipotesi presupporrebbe ritiri infiniti per i calciatori. Anche loro hanno famiglie e figli. Diventerebbe complicato a livello psicologico gestire una simile situazione».