Connettiti con noi

Pagelle

Cagliari-Sassuolo, le pagelle: Marin scatenato, Simeone isolato

Pubblicato

su

Le pagelle di Cagliari-Sassuolo: Cragno provvidenziale, Marin indiavolato; Sottil dorme sul goal del pareggio

CAGLIARI (4-3-2-1): Cragno 7; Zappa 5.5 (73′ Walukiewicz 6), Ceppitelli 5, Godin 6, Lykogiannis 5.5 (81′ Tripaldelli sv); Marin 7.5, Oliva 5.5, Deiola 5 (64′ Sottil 5); Nainggolan 6, Joao Pedro 6.5; Simeone 5 (64′ Pavoletti 5.5).
A disposizione: Aresti, Vicario; Calabresi, Carboni; Cerri, Perei, Tramoni.
Allenatore: Eusebio Di Francesco 6.

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli 6; Muldur 6, Marlon 6.5, Ferrari 6, Rogerio 6; Obiang 6 (71′ Maxime Lopez 5.5), Locatelli 5.5; Traore 6 (88′ Oddei 6), Djuricic 6.5 (78′ Raspadori sv), Boga 7; Caputo 5 (71′ Defrel 5.5).
A disposizione: Pegolo; Ayhan, Kyriakopoulos, Peluso, Toljan; Magnanelli; Haraslin, Schiappacasse.
Allenatore: Roberto De Zerbi 5.5.

Le pagelle motivate dei rossoblù

 

CRAGNO 7: Solita prestazione da portiere di livello assoluto. Tiene a galla i suoi compagni in tre occasioni, congelando il punteggio sullo 0-0: la prima volta su Locatelli, poi su Djuricic. Si supera con il miracolo su Traoré, togliendo letteralmente la palla dalla porta.

ZAPPA 5,5: Soffre le incursioni di Boga e Rogerio, soprattuto nel primo tempo. Poca intesa con Deiola come prevedibile. Manca la freschezza delle prime partite. (73′ WALUKIEWICZ 6: Di Francesco lo manda in campo per limitare Boga e ci riesce abbastanza bene)

CEPPITELLI 5,5: Se la cava bene in chiusura, ma è disastroso in fase di impostazione. Troppi errori e sbavature, non ammissibili da un giocatore esperto come lui.

GODIN 6: Prestazione solida caratterizzata da una grande attenzione precisione difensiva. Concede un occasione a Djriucic nel primo tempo che poteva costare caro al Cagliari. Per il resto impeccabile, anche in impostazione.

LYKOGIANNIS 6: la sua è una prestazione altalenante. Ci mette impegno in fase difensiva e prova a dare una mano per spingere sulla fascia. Ottimo il salvataggio su Traoré (81′ TRIPALDELLI sv: pochi minuti per lui che chiude senza infamia ne lode)

MARIN 7,5: Tornato nel suo habitat naturale da mezzala sforna una prestazione super fatta di qualità e quantità. Suo l’assist pennellato per il goal di Joao Pedro.

OLIVA 5,5: Titolare all’improvviso nonostante abbia le valigie pronte per lasciare Cagliari. Gioca una partita opaca, si limita a smistare palloni qua e la ma senza troppe idee. Tiene il campo per tutta la partita per poi spegnersi lentamente nel finale. Sul goal del pareggio neroverde è colpevole di lasciar girare tranquillamente Oddei, autore dell’assist.

DEIOLA 5: Arrivato ieri in Sardegna e con un solo allenamento svolto insieme ai compagni si ritrova in campo per sostituire l’infortunato Duncan. Prova comunque a dare il massimo, ma gli errori sono troppi e non raggiunge la sufficienza. (64′ SOTTIL 5: Entra per dare la scossa in avanti ai suoi, e cerca di fare quello che gli riesce meglio: saltare l’uomo. Corre tanto e c’è il suo zampino nella rete del vantaggio rossoblù. Butta tutto all’aria quando si addormenta su Boga. Un errore inaccettabile a due minuti dalla fine e con i tre punti in tasca).

NAINGGOLAN 6: Il Ninja fatica ad entrare in partita per buona parte del primo tempo. Piano piano cresce fino ad accensi definitivamente e sfiorare il goal colpendo un palo. Fondamentale il suo contributo quando la squadra inizia a soffrire.

JOAO PEDRO 6,5: Una prestazione leggermente sottotono per il capitano rossoblù. Si muove per tutta la partita senza incidere. Finalmente torna al goal con una bellissima incornata di testa che trafigge Consigli. Un goal che poteva valere 3 punti.

SIMEONE 5: Sulle palle alte soffre la maggiore fisicità die centrali avversari. I compagni non lo cercano nel modo giusto, ma lui si isola e si dimostra poco lucido quando ha le occasioni giuste per colpire gli avversari. (64′ PAVOLETTI 5,5: Fa il suo cercando di fare salire la squadra, guadagnando anche qualche fallo).

DI FRANCESCO 6: La coperta è corta sopratutto a centrocampo e deve ridisegnare la squadra. Manca ancora la solidità difensiva con i rossoblù che soffrono al solito sulle palle ferme. Questa volta anticipa le sostituzioni, riuscendo a sbloccare la partita. Il pareggio ha comunque il sapore del rammarico che non permette di uscire dal tunnel.

CLICCA QUI PER CONTENUTI VIDEO ESCLUSIVI SUL CAGLIARI!

Advertisement