Connettiti con noi

Avversari

Cagliari Sampdoria, D’Aversa cambia modulo: si studiano alternative al 4-4-2

Pubblicato

su

La Sampdoria può abbandonare il 4-4-2 grazie al rientro di Gabbiadini: gettonato il 4-4-1-1 ma non da escludere il ritorno al 4-2-3-1

La Sampdoria può iniziare a pensare di abbandonare il 4-4-2. Il rientro di Manolo Gabbiadini dall’infortunio, magari proprio dal primo minuto, apre la rosa delle possibilità per Roberto D’Aversa. L’obiettivo è duplice: aumentare la pericolosità, le occasioni da gol, ma anche far tirare il fiato a Fabio Quagliarella, iper impegnato in questo avvio di stagione.

Dal 4-4-2 a quale modulo? Posto che la seconda punta Gabbiadini può farla senza nessun problema (in tandem con il capitano o con Ciccio Caputo), D’Aversa potrebbe optare per un 4-4-1-1 (alternando davanti gli attaccanti in staffetta). L’alternativa è propendere per un più che offensivo 4-2-3-1: con questo sistema Gabbiadini e Antonio Candreva andrebbero a piedi invertiti alle spalle dell’unica punta con Mikkel Damsgaard tra di loro. Non da escludere poi il ritorno al trequartista (Verre ancora out, ma c’è Ihattaren) con il 4-3-1-2, dove Gabbiadini potrebbe far di nuovo coppia (in staffetta) con Quagliarella e Caputo.