Cagliari, contro la Samp ampio turnover di Coppa?

rafael cagliari
© foto www.cagliarinews24.com

Verso Sampdoria-Cagliari di Coppa Italia, Rastelli si prepara ad un ampio turnover. Spazio a chi finora ha trovato poco spazio, ma anche ad alcuni giovani interessanti della Primavera

In attesa di conoscere i convocati e i disponibili per la partita di domani contro la Sampdoria per il quarto turno eliminatorio di Coppa Italia e soprattutto in attesa di sentire Massimo Rastelli in conferenza stampa, proviamo ad immaginare quali potrebbero essere le scelte del tecnico.

TURNOVER – In un momento del genere, con tanti infortunati, Rastelli è obbligato a fare un ampio turnover, anche in vista della gara di domenica contro il Pescara, già fondamentale per la salvezza. Tra i pali troverà sicuramente spazio il portiere brasiliano Rafael, già visto all’opera in campionato con buoni risultati quando è mancato Storari. Al centro della difesa ci sarà Bartosz Salamon, fin qui uno dei difensori meno utilizzati, anche perché le sue caratteristiche sono molto simili a quelle dell’inamovibile Bruno Alves. A centrocampo, scontate le squalifiche, potrebbero ritrovare minuti Gianni Munari e soprattutto il capitano Daniele Dessena, fermo di fatto da tre settimane dopo il rosso di Torino. In attacco, invece, c’è l’occasione per Niccolò Giannetti, poco utilizzato finora. È l’unico attaccante rossoblù che non è ancora andato a segno in questa stagione e la Coppa Italia potrebbe essere l’opportunità giusta per sbloccarsi.

GIOVANI – Per il resto, la formazione di coppa potrebbe essere tranquillamente composta da giovani della Primavera. Domenica al Sant’Elia per la gara contro l’Udinese Rastelli ne ha convocato addirittura sei: i difensori Briukhov e Vasco Oliveira, i centrocampisti Antonini Lui, Biancu Pennington e l’attaccante Arras. Da tenere sotto osservazione il terzino ucraino Briukhov, che si allena da tempo con il Cagliari ma che è stato tesserato solo due settimane fa per problemi burocratici. Il portoghese Oliveira, che può agire sia da difensore centrale che da terzino sinistro, ha più volte giocato con la prima squadra in qualche amichevole, mentre Antonini Lui – centrocampista brasiliano classe 1998 arrivato ad agosto dall’Inter – ha l’occasione di dimostrare perché era finito nel mirino di grandi club come Bayern Monaco e Manchester City.

Articolo precedente
pescaraPescara, Pepe: «Contro il Cagliari la partita della vita»
Prossimo articolo
tabellinoCoppa Italia: oggi al via il quarto turno, domani Samp-Cagliari