Cagliari, rebus centrocampo a quattro giorni dalla sfida di Latina

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari si avvicina alla partita di sabato in casa del Latina con un velo di incertezza che avvolge la linea mediana. Rastelli ritrova Munari che rientra dal turno di squalifica, ma perde Fossati che è stato fermato per un turno e rischia di dover fare a meno anche di Di Gennaro, indisponibile già sabato scorso e ancora in regime di allenamento differenziato.
Le maggiori difficoltà nel dover reinventare il pacchetto di centrocampo riguardano la possibile assenza contemporanea dei due registi, punto di forza della costruzione del gioco rossoblù. Se l’ex Vicenza non dovesse recuperare in tempo utile, per il tecnico sorgerebbe la necessità di inventarsi qualcosa. Le alternative sono due: spostare in mezzo un centrocampista abituato ad agire da mezzala o promuovere titolare un ragazzo di belle speranze ma ancora giovane.

Nel primo caso gli indiziati sarebbero due, Munari e Cinelli. Entrambi però hanno nelle corde caratteristiche da incontristi, impiegarne uno davanti alla difesa significherebbe privare la squadra di un certo quantitativo di corsa e soprattutto affidare il ruolo nevralgico a chi non è avvezzo a caricarsi sulle spalle il peso dell’impostazione della manovra per tutti i novanta minuti. Se invece l’allenatore decidesse di affidarsi alla linea verde scoccherebbe l’ora di Colombatto, che quel ruolo lo ha nel DNA e in Coppa Italia (una gara e mezzo) ha dato buoni segnali. Per il ragazzo argentino sarebbe la prima volta in campionato, e di fatto il passaggio simbolico dalla truppa di Canzi a quella di Rastelli. A dare copertura alla sua azione a quel punto sarebbero proprio Cinelli e Munari, mezze ali di contenimento, che potrebbero compensare la mediana con l’esperienza.

Articolo precedente
Il Cagliari ha bisogno della sua Curva Nord
Prossimo articolo
GdS – Tesoro Sant’Elia: il Cagliari ha pochi rivali in Europa