Cagliari, parla Fossati: «Febbraio può essere il mese della svolta»

© foto www.imagephotoagency.it

Mattinata di impegno sociale per Marco Fossati, che ha incontrato gli studenti dell’istituto cagliaritano Pertini nell’ambito di “Non fare autogol“, iniziativa, promossa dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) per la formazione e la sensibilizzazione degli adolescenti italiani sui principali fattori di rischio oncologico. Il centrocampista del Cagliari ha spiegato ai ragazzi i benefici di uno stile di vita sano e sportivo in una conferenza organizzata nell’aula magna della scuola.

 

A margine dell’evento abbiamo scambiato qualche parola con Fossati sul momento dei rossoblù, queste le sue parole: «Dovrò saltare la partita di Latina per squalifica e mi dispiace, perché stavo giocando con costanza e credo con buon rendimento. Il mio impiego da mezz’ala permette al centrocampo di giovarsi del mio apporto insieme a quello di Di Gennaro, credo che la soluzione trovata dal mister abbia dato una buona quadratura alla nostra formazione. A Cagliari sto molto bene, dopo aver cambiato tante maglie spero di potermi fermare qui a lungo. La mia assenza sabato non creerà comunque nessun problema alla squadra, questo Cagliari ha una rosa formata da giocatori forti in tutti i reparti. Colombatto? E’ un ragazzo dalle grandi qualità, credo che abbia tutte le carte in regola per giocare da regista. A Latina sarà una gara difficile, loro vengono da una buona serie di risultati positivi. D’altro canto sarà una partita importante per noi, anche alla luce del fatto che poi ci aspettano Pescara e Cesena. Non è opportuno guardare la classifica, ma è un mese importante perché può dare una svolta al nostro campionato».

Articolo precedente
Cerri: «Obiettivo promozione diretta. La maglia del Cagliari è una bella responsabilità»
Prossimo articolo
Latina-Cagliari, al Francioni arbitrerà Nasca