Cagliari, Padoin: «Ho grande entusiasmo, cercherò di essere un esempio»

© foto www.imagephotoagency.it

Voluto per la sua esperienza in un club titolato come la Juventus e per la sua duttilità tattica, Simone Padoin è uno degli acquisti più importanti messi a segno finora dal ds del Cagliari Stefano Capozucca. L’ex “talismano” dei bianconeri, però, non si sente adagio sotto i riflettori: «Non voglio essere uno degli acquisti di punta – spiega a La Gazzetta dello Sportperché vado in difficoltà, non credo di meritare tutte queste attenzioni. Ma se diventare leader vuol dire farsi sentire e dare l’esempio, umilmente, questo lo farò. Il trasferimento al Cagliari? La prima telefonata me l’ha fatta Storari: mi ha detto che il presidente mi voleva, ho capito che fanno sul serio. I tempi per cambiare erano maturi, alla Juventus avevo meno spazi». Padoin, poi, spende qualche parola sul suo ruolo, evidenziando la sua disponibilità ad adattarsi alle richieste di Rastelli: «Nasco mezzala, gli ultimi due anni li ho fatti da terzino, con Conte ho sempre fatto l’esterno destro nel 3-5-2. Ma, davvero, va bene tutto». Chiusa la parentesi Juventus, si apre quella Cagliari: «Ho un entusiasmo incredibile. So che dobbiamo giocare per salvarci. Non vedo l’ora di vedere bene il mare del Poetto, e voglio anche mangiare presto il maialetto. Storari mi ha detto che è fantastico».

Articolo precedente
Cagliari, si allontana la pista Cigarini: il centrocampista vicino alla Sampdoria
Prossimo articolo
Under 19, l’Italia di Barella conquista semifinale e qualificazione al Mondiale U20