Cagliari, nascevano oggi Scopigno e Giorgi

© foto dal profilo Facebook di Cagliari Calcio

Due allenatori che hanno fatto la storia del Cagliari: il 20 novembre nascevano Manlio Scopigno e Bruno Giorgi

Due uomini protagonisti della storia del Cagliari, destinati a restare per sempre nei ricordi del Club e nel cuore dei tifosi, anche di quelli più giovani, che apprendono delle loro imprese sportive attraverso aneddoti e racconti.

SCOPIGNO – Nato il 20 novembre 1925 a Paularo in provincia di Udine, intreccia la sua vita a quella del Cagliari nel 1966, quando viene chiamato a guidare i sardi in Serie A. Nonostante il sesto posto finale viene sollevato dall’incarico, ma la sua storia nell’Isola non è terminata, anzi forse deve ancora cominciare. Dopo un anno torna a sedersi sulla panchina rossoblù e compie il miracolo: nel 1970 lo scudetto è in Sardegna. Qualcosa di impensabile, un’impresa che può riuscire solo a grandi uomini come lui. Il Filosofo resterà sulla panchina del Cagliari fino al 1972. Dopo Cagliari la sua carriera calcistica non ebbe sussulti e concluse l’esperienza da allenatore nel 1976. Scomparso nel 1993, all’età di 67 anni, gli venne dedicata la tribuna stampa dello stadio Sant’Elia e più recentemente, nel 2015, un piazza nella città.

GIORGI – Nacque a Pavia nel 1940, dopo una discreta carriera calcistica intraprese il ruolo di allenatore facendo esperienze in varie realtà della Penisola. Massimo Cellino lo volle a sostituire Radice, all’inizio della stagione 93/94 e con lui il Cagliari inizia la cavalcata europea che si interrompe nella semifinale contro l’Inter. Chiuse la carriera sulla panchina dei sardi nel 1996, conquistando la salvezza. Il 22 settembre 2010 è scomparso a causa di un male incurabile.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!