Cagliari, miglior media punti e secondo attacco tra le cadetterie d’Europa

© foto www.imagephotoagency.it

La fine del girone d’andata è da sempre sinonimo di bilanci. Metà campionato è stato giocato, e la Serie B si appresta a godersi le meritate vacanze prima di tornare in campo il 16 gennaio. Diverso il discorso per le altre maggiori cadetterie europee: la Football League Championship ha concluso ieri la 24^ giornata e prosegue spedita (riposo fissato dall’1 al 12 gennaio); la 2.Bundesliga ha chiuso i battenti con la 19^ giornata e li riaprirà, dopo una lunga pausa, il 5 febbraio; la Segunda Division spagnola è arrivata alla 18^, con la ripresa fissata al 2 gennaio. Le quattro maggiori cadetterie europee sono giunte, più o meno, alla metà del loro svolgimento. Campionati con valori, tradizioni e modi diversi di interpretare il calcio, quindi difficili da confrontare senza le giuste considerazioni. Analizzando l’andamento delle quattro categorie la prima cosa che salta all’occhio è la diversa cadenza dei turni nel calendario, conseguenza del differente numero di squadre partecipanti (si va dai 24 della FL Championship ai 18 della 2.Bundesliga, passando per i 22 di Serie B e Segunda Division).

 

MEDIA PUNTI –  Analizzando i vertici dei quattro campionati presi in esame, salta all’occhio il Middlesbrough, capace di incamerare 49 punti nelle 23 gare sinora disputate (gli inglesi devono recuperare la gara del 26 dicembre contro il Blackburn). Segue il Cagliari con i suoi 46 punti in 21 giornate, mentre in Germania è il Lipsia a primeggiare nella 2.Bundesliga con 41 punti dopo 19 gare. Infine Alaves e Cordoba si dividono il primo gradino della Segunda Division con 33 punti in 18 giornate. Considerando la media punti, la compagine che va più veloce di tutte è proprio il Cagliari di Rastelli, che viaggia a 2.19 punti a gara, seguita da Lipsia (2.16), Crotone (2.14) e Middlesbrough (2.13). A distanza le vice capolista di Championship e 2.Bundesliga, Derby County e Friburgo, che hanno una media esatta di 2 punti a partita. Tra le squadre citate le due capolista spagnole viaggiano ad una media nettamente più bassa: 1.83 punti a gara, come Hull City e Brighton & Hove Albion (terza e quarta della Championship).

 

ATTACCO – Il Cagliari ha segnato 42 volte in 21 gare, con la media di 2 reti a partita. Quello che in Italia è il miglior attacco, se si allarga il confronto alle quattro cadetterie europee scala di un posto: lo scettro và infatti ai tedeschi del Friburgo, capaci di segnare 43 gol in appena 19 gare, raggiungendo una media di 2.26 gol a partita. In Inghilterra la squadra che segna di più è il Fulham, con 40 gol in 24 gare e la media di 1.66. Il gradino più basso di questa classifica spetta ancora alla Segunda Division: sono Real Oviedo e Mirandés le compagini più prolifiche, con 27 reti in 18 partite, media di 1.5.

 

DIFESA – La difesa, come noto, non è il punto forte del Cagliari. Gli isolani sono la quarta difesa meno battuta d’Italia (18 gol subìti), dietro a Perugia (14), Crotone e Novara (16). Gli uomini di Rastelli subiscono 0.86 gol a partita. In Inghilterra è la capolista Middlesbrough a vantare la miglior difesa, con le sole 12 reti subìte in 23 gare (0.52 a partita), seguito da Derby County ed Hull City (0.6 e 0.7 a match), compagini che inseguono i “Boro” anche in classifica. In 2.Bundes è l’Eintracht Braunschweig a subire meno gol di tutti, 15 in 19 gare, con una media di 0.79 a partita. Segue la neo promossa Arminia Bielefeld grazie alle sole 17 reti incassate (0.84 a gara). In Spagna sono di Leganés e Zaragoza le difese meno battute della Segunda Division: subiscono 0.83 gol a partita. La squadra con la miglior difesa tra le quattro maggiori divisioni europee è, dunque, quella degli inglesi del Middlesbrough. Sardi, in questo caso, lontano dai posti di vertice, ma con una media ampiamente sotto l’1 a gara.

 

Il Cagliari, oltre a titolo di campione d’inverno e miglior attacco della Serie B, può vantare il miglior rendimento ed il secondo attacco tra le 86 squadre partecipanti alle maggiori quattro seconde divisioni d’Europa.

Articolo precedente
Bari, esonerato Nicola: squadra affidata a Camplone
Prossimo articolo
Tuttosport – Il Cagliari segue Gazzi