Cagliari, Giulini: «Vorrei 7000 abbonati. Adesso un terzino»

giulini
© foto CagliariNews24.com

Il presidente del Cagliari Tommaso Giulini mette in archivio il colpo Borriello per una campagna acquisti che sta appassionando i tifosi rossoblù, ma pensa già a coprire l’ultima casella mancante nella rosa che affronterà il prossimo campionato di Serie A. Il numero uno del club sardo, in una lunga intervista rilasciata a L’Unione Sarda, ha fatto il punto sui movimenti di mercato ma non solo, affrontando anche i temi del nuovo stadio e della campagna abbonamenti per la stagione che va a iniziare.

 

MERCATO – Bollata come «fesseria colossale» la voce circolata ieri intorno a un possibile interessamento per Hernanes, il presidente Giulini ha svelato quali fossero i piani b per l’attacco: «Djuric e Avenatti erano le alternative nel caso non avessimo chiuso positivamente con Borriello. E non è vero che dubitiamo di Melchiorri: tornerà più forte di prima e annuncio che chiuderà la sua carriera nel Cagliari».
Spazio anche alla prossima mossa, un terzino destro: «Gli obiettivi sono Isla e Calabria, inutile nasconderci».

 

ABBONAMENTI – Intanto la risposta dei tifosi attraverso i numeri della campagna abbonamenti è stata superiore a quella degli anni recenti, circa 5500 tessere stagionali staccate, ma si può fare di più e Giulini chiama a raccolta il popolo rossoblù: «Intanto ringrazio tutti, uno per uno, quelli che hanno già sottoscritto l’abbonamento. Ma la cifra è in linea con le attese. Però attenzione: certe cifre che girano in Serie A sono comprensive di tessere omaggio, sponsor, politica e altre voci, noi invece diamo la quota netta degli abbonamenti attualmente staccati. Voglio fare un invito ai nostri tifosi: vorrei arrivare a quota 7000, possiamo farcela, sarebbe un grande risultato».

Articolo precedente
Marco Borriello, finalmente il Cagliari
Prossimo articolo
Primavera, pari nell’amichevole contro il Lanusei