Cagliari, fasce e centrocampo per le prossime mosse di mercato

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari si prepara ad affrontare il ritorno in Serie A, categoria ben conosciuta nella storia recente rossoblù ma che necessita di accorgimenti in sede di mercato dopo la vittoriosa annata in cadetteria. La base della squadra di Rastelli offre diverse garanzie, qualche promessa e inevitabilmente qualche casella ancora da completare con profili all’altezza della sfida.

 

Archiviato il colpo Bruno Alves, il reparto difensivo può considerarsi a posto almeno per quanto concerne il settore centrale: il portoghese, esperto e navigato a livelli internazionali, va ad affiancarsi a Ceppitelli e Salamon che hanno offerto ottime prospettive future con un campionato decisamente positivo. Probabilissima la partenza di Krajnc, che invece non ha convinto appieno; per lui è pronto il Panathinaikos di Stramaccioni

 

Discorso a parte meritano le fasce, elemento cardine per uno schieramento che nella prossima stagione potrebbe prevedere trasformazioni in entrambi i sensi fra il 4-3-1-2 ormai storico e il 3-5-2 caro al mister. Per questo motivo è necessario dotarsi di esterni che possano adattarsi a entrambe le soluzioni. Murru (che ha il plusvalore di rientrare nel novero dei giocatori formati nel vivaio di casa, elemento necessario per regolamento) continuerà a vestire la maglia della sua città, così come dall’altra parte del campo resterà Pisacane, fedelissimo di Rastelli. Bisogna dunque trovare un’alternativa sulla sinistra: ricorre il nome di Santon – che a dire il vero è papabile per entrambe le fasce – ma la questione è in salita soprattutto per questioni economiche. A destra, stante la probabile partenza di Balzano nonostante il giocatore voglia restare, per duttilità si pensa a Piccini ma anche qui l’affare è di difficile soluzione a causa del diritto di recompra vantato dalla Fiorentina sul terzino del Betis. Il direttore sportivo Capozucca valuta e agisce, spesso sottotraccia, per mettere le giuste frecce.

 

In mezzo al campo il primo “acquisto” è Davide Di Gennaro, che dopo un momento in cui sembrava allontanarsi ha trovato conferma in cabina di regia. Accanto a lui Padoin (manca solo l’ufficialità), nome d’esperienza e di mentalità. Resta in corso l’inseguimento a Rincon, col venezuelano che dovrà decidere a breve sulla proposta del Cagliari dopo che il club ha già trovato l’accordo con il Genoa. Probabile che si decida di rinunciare a Fossati, che attende la giusta richiesta dopo aver nicchiato a quelle finora arrivate.

 

In avanti non sono attesi fuochi d’artificio, data la fiducia di cui gode l’attuale reparto agli occhi di dirigenza e staff tecnico. Si punta sugli uomini attualmente in rosa, magari completando la lista con un giovane particolarmente interessante se il mercato offrirà l’occasione giusta.

Articolo precedente
Padoin saluta i tifosi della Juve: per il Cagliari manca solo l’ufficialità (FOTO)
Prossimo articolo
juventusPadoin verso Cagliari, il saluto di Allegri: «Calciatore esemplare»