Cagliari, Farias: «Voglio tornare in A e fare una grande stagione con questa maglia»

© foto www.imagephotoagency.it

Le sue accelerazioni ed i suoi dribbling lo hanno fatto diventare lo spauracchio delle difese della Serie B. Se a ciò si aggiunge la migliorata capacità di andare a segno, non è difficile capire perché Diego Farias è stato a lungo il giocatore più decisivo dell’intera cadetteria. L’attaccante rossoblu, intervistato da gianlucadimarzio.com, ha parlato della stagione del Cagliari e dell’obiettivo primario del club, quello di tornare in Serie A. Ma prima qualche parola su Zeman, tecnico che lo ha voluto fortemente la scorsa stagione: «Sì, mi ha sempre apprezzato molto ed è grazie a quell’anno a Foggia che poi sono stato richiesto da società di B e ho fatto il salto. Poi, quando l’anno scorso Zeman è arrivato  qui a Cagliari, mi ha rivoluto con sé e mi ha dato la possibilità di mettermi in mostra con continuità anche in Serie A. Sicuramente è uno degli allenatori che più mi ha aiutato nella mia carriera». Il brasiliano ha spiegato i motivi del rinnovo, nonostante le costanti voci di una sua imminente partenza al termine dello scorso campionato: «Ho scelto di rinnovare perché mi sento a casa. Non c’era una cosa che non mi piacesse del Cagliari e di Cagliari: qui vivo bene, la decisione è stata facile. Ma soprattutto mi ha spinto il desiderio di tornare a giocare in A con questa maglia. La società ha fatto un grande lavoro, sono arrivati ottimi giocatori, tutti bravi ragazzi. Il gruppo è uno spettacolo, giochiamo bene ed ogni cosa sta andando secondo i piani. Questo è il motivo per cui anche io sto rendendo al meglio: c’è grande affiatamento». L’obiettivo principale per il futuro è uno solo: «Voglio tornare in A con il Cagliari e non mi accontento. Perché anche la prossima stagione voglio fare un grande campionato con questa maglia. Poi cosa mi riserverà il futuro non lo so, si vedrà. Però i tifosi devono starci sempre vicino e non devono mai farci mancare il loro affetto, ma su questo non ho dubbi.  A fine campionato festeggeremo tutti assieme la realizzazione di questo sogno».

 

Articolo precedente
Avellino, Tesser: «Il Cagliari ha un centrocampo molto forte. Servirà una grande prestazione»
Prossimo articolo
Avellino-Cagliari, i convocati di Tesser: c’è Joao Silva