Connettiti con noi

News

Cagliari, ecco Asamoah: dopo la sosta scatterà l’ora del ghanese

Pubblicato

su

Dopo la sosta Leonardo Semplici punterà anche su Kwadwo Asamoah per cercare di centrare la salvezza con il Cagliari

Dieci finali da affrontare con un uomo (d’esperienza) in più. È quello che si augurano il Cagliari e Leonardo Semplici che è pronto a lanciare Kwadwo Asamoah. Dal momento del suo arrivo, da svincolato lo scorso febbraio, il ghanese classe ‘88 ha lavorato sodo per recuperare la giusta condizione ma fin qui per l’ex Inter in maglia rossoblù sono arrivate solo tre presenze, tutte da subentrato.

L’esordio alla ventiquattresima giornata a Crotone con 13 minuti messi sulle gambe, poi 8 minuti nel turno successivo contro il Bologna e infine 21 minuti da ex contro la Juventus due settimane fa. Con la Serie A ferma Asamoah avrà circa 10 giorni di allenamenti a disposizione per convincere il tecnico toscano di essere finalmente pronto per entrare con costanza nelle rotazioni del Cagliari.

Come riporta La Gazzetta dello Sport, da ieri il giocatore è rientrato in Sardegna perché ha voglia di spingere sull’acceleratore a partire da questo pomeriggio, con la ripresa degli allenamenti ad Asseminello, per guadagnarsi un posto da protagonista in squadra. Per il ghanese non si parla solo leadership ma anche di duttilità. In campo infatti può giocare sia in difesa che a centrocampo sulla corsia mancina, e se stesse bene potrebbe essere il quinto ideale negli schemi tattici di Semplici. Ma un Asamoah in condizione potrebbe essere utile anche come alternativa nel ruolo di mezzala.

I dubbi sulla sua condizione fisica sembrano essere alle spalle. Il problema resta il ritmo partita. Prima dei tre spezzoni con i sardi Asamoah aveva giocato l’ultima partita in Serie A il 6 dicembre 2019, appena 18 minuti nello zero a zero tra Inter e Roma. Mentre l’ultima da titolare in campionato risale al 29 ottobre dello stesso anno, vittoria 2-1 sul Brescia per i nerazzurri. Il ghanese deve ritrovare stimoli, fiducia e certezze che solo il giocare con continuità una serie di partite riesce a dare.