Cagliari e Crotone, sprint decisivo: gli impegni dell’ultima giornata e le possibili combinazioni

© foto www.imagephotoagency.it

Pochi avrebbero scommesso sul poco blasonato Crotone dopo la prima giornata di questo campionato, quando i calabresi incassarono quattro gol al Sant’Elia, ma la sorpresa di stagione è stata proprio la squadra di Juric. In cadetteria è tradizione trovare a fine stagione una completa outsider nelle posizioni che contano, quest’anno è toccato agli squali che lungo tutto l’arco della competizione si sono alternati col Cagliari fra il primo e il secondo posto.
Gli uomini di Rastelli hanno rimesso la testa avanti proprio in vista del filo di lana, alla vigilia dell’ultima giornata: il punto di vantaggio sulla seconda consente ai sardi di essere padroni del proprio destino. Una vittoria in casa della Pro Vercelli vorrebbe dire primo posto finale, un piazzamento che ancora manca nel palmares della squadra rossoblù. Nelle precedenti cinque promozioni in Serie A il Casteddu non è mai riuscito a concludere la B da vincitore – nel 2004 fu secondo posto per differenza reti, pur a parità di punti con la capolista Palermo – e mettere in bacheca la Coppa Ali della Vittoria sarebbe la ciliegina su una torta fatta di record e vittorie.

 

CAGLIARI – I sardi all’ultima giornata sono attesi dalla Pro Vercelli, squadra di antico blasone che oggi ha la sua dimensione nell’obiettivo salvezza. Con sette scudetti vinti fra il 1908 e il 1922, la Pro è una delle società più titolate d’Italia ma solo nel recente passato è tornata a frequentare le categorie più importanti del calcio nazionale dopo decenni di serie inferiori. La vittoria di venerdì scorso a Perugia ha portato la squadra di Foscarini a un passo dalla salvezza, che arriverebbe matematicamente se i piemontesi ottenessero almeno un punto contro il Cagliari. Potrebbe bastare anche una sconfitta, ma in questo caso si dovrebbe tenere conto della combinazione dei risultati delle concorrenti per la permanenza in Serie B. I rossoblù, dal canto loro, chiuderebbero sicuramente al primo posto vincendo a Vercelli ma si troverebbero primi a prescindere dal proprio risultato nel caso in cui il Crotone non vincesse l’ultima gara.

 

CROTONE – I calabresi all’ultima giornata ospitano la Virtus Entella, partita anch’essa a fari spenti dopo il ripescaggio ma capace di un campionato al di sopra delle aspettative. I liguri sono ancora in piena lotta per un posto ai playoff: occupano infatti l’ottava piazza che è l’ultimo posto utile per accedere alla fase finale. La squadra di Aglietti ha bisogno di punti per guardarsi dal Novara, staccato di due lunghezze, e ha inoltre ancora la possibilità di scalare qualche posizione ottenendo un piazzamento migliore.
Dall’altra parte gli uomini di Juric, che dopo aver raggiunto la matematica (e storica) promozione sono sembrati appagati e forse provati dalla corsa a tutta velocità. I calabresi per sperare nel primo posto finale hanno un solo risultato, la vittoria, che peraltro non basterebbe se il Cagliari facesse bottino pieno a Vercelli. Con un pareggio contro l’Entella invece il Crotone sarebbe sicuramente secondo: se anche riuscissero ad agganciare un Cagliari sconfitto, i calabresi sarebbero penalizzati dal confronto negli scontri diretti con i sardi.

Articolo precedente
Conti Day, da oggi in vendita i biglietti
Prossimo articolo
Cagliari, allenamento ad Asseminello: si pensa alla Pro Vercelli