Cagliari, Dessena: «La A? Una liberazione, per me Cagliari è qualcosa di inspiegabile»

© foto www.imagephotoagency.it

Nel post di Bari-Cagliari 0-3, con i rossoblù che hanno ritrovato matematicamente la Serie A, capitan Dessena si è presentato ai microfoni di Sky. Queste le parole di un emozionato Dessena: «E’ un momento di massima gioia, ce lo meritiamo, io non ci voglio più tornare all’anno scorso ma è doveroso. Per la retrocessione ho pianto, cosi come i tifosi. Quindi sono veramente felice per tutto e tutti: per il presidente, che ci teneva tantissimo. Vorrei dedicare questa vittoria ad Daniele Conti, Andrea Cossu e Francesco Pisano. So che staranno festeggiando. Vincere i campionati non è mai facile, la mia più grande vittoria è sempre stato salvarmi con il Cagliari. Quest’anno dovevamo vincere, non era facile ma ci siamo riusciti. Dedichiamo questa promozione anche al piccolo Luca, che è sempre con noi. Prima della partita ho detto ai ragazzi “dovete essere orgogliosi di quanto fatto finora”. E’ una liberazione, per me Cagliari è qualcosa di inspiegabile, non vedo l’ora di festeggiare con i tifosi. Ho seguito sempre la squadra perché sono un tifoso, cerco di trasmettere l’importanza della maglia ai compagni. Tutti ci siamo dimostrati grandi uomini»

Articolo precedente
SALA STAMPA – Bari, Camplone: «Complimenti al Cagliari, è una grande squadra»
Prossimo articolo
Cagliari, Rastelli a Sky: «Emozione fortissima, è il coronamento del lavoro partito in estate»