Cagliari 3-0 Salernitana, le pagelle dei rossoblu

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari chiude in bellezza l’ultimo appuntamento casalingo della stagione superando la Salernitana con un netto 3-0 maturato nella ripresa e può così far partire la festa per il ritorno in Serie A. Il successo sui granata è ulteriore motivo di soddisfazione per i rossoblu, che ritrovano anche il primato in classifica complice la sconfitta del Crotone a Trapani. Nel finale, c’è spazio anche per il rientro in campo di Capitan Dessena, sei mesi dopo il brutto infortunio rimediato a Brescia. 

 

Storari 6: Poco impegnato dagli attaccanti granata, Donnarumma lo grazia in avvio di ripresa, risponde presente nelle poche occasioni in cui è chiamato in causa dallo stesso Donnarumma e Nalini.

Pisacane 6,5: Una prestazione che ricalca la stagione del fedelissimo di Rastelli, fatta di generosità e applicazione in fase difensiva. 

Salamon 6,5: In avvio una disattenzione che favorisce Donnarumma ma per fortuna l’attaccante non riesce ad approfittarne. Poi comanda la difesa con la solita autorità e trova il gol del vantaggio su azione d’angolo con una ribattuta di destro dopo un imperioso stacco di testa che si infrange sulla traversa.

Capuano 6,5: Prestazione attenta e senza sbavature, controlla Nalini in maniera pulita. Anche lui rientrato nel finale dopo un lungo infortunio, ha dato un contributo importante alla conquista della promozione. 

Murru 6,5: Non corre rischi in fase difensiva e si propone bene in avanti. Ritrovato in questo finale dopo un periodo di appannamento. (Dal 66′) Barreca 6: Si rivede in campo proprio nell’ultima partita davanti ai tifosi rossoblu, prova ad offrire spinta sulla sinistra grazie alla sua velocità. 

Deiola 7: Ancora un’ottima prestazione del centrocampista sangavinese, prezioso in fase di ripiegamento e abile nel ribaltamento dell’azione appoggiando con costanza le ripartenze rossoblu. Nel finale serve a Sau la palla che vale il 3-0. 

Di Gennaro 6,5: Solite geometrie e intelligenza tattica in mezzo al campo, favorito anche dai ritmi bassi del match. Uno dei simboli di questa promozione, esce nel finale per fare posto al rientro di Dessena. (Dal 91′) Dessena sv: Un paio di minuti nel finale per riassaporare il campo e festeggiare il ritorno in Serie A nel migliore dei modi. A distanza di sei mesi, il suo rientro vale più di qualsiasi giudizio. Bentornato Capitano!

Fossati 6: Da il via all’azione del raddoppio con un lancio intelligente per Joao Pedro, partito in posizione regolare, che serve poi l’assist per Giannetti. 

Joao Pedro 7: Smette i panni del goleador – 13 reti stagionali per lui, autentico uomo in più di questo Cagliari – per vestire quelli dell’assistman: prima inventa per Deiola e Farias, poi nella ripresa serve l’assist a Giannetti per il gol del 2-0. 

Farias 6: Partita al piccolo trotto quella del brasiliano, in avvio ha una buona occasione a tu per tu con Terracciano ma si fa anticipare dal portiere granata. (Dal 62′) Sau 6,5: Mette la sua firma sul match siglando il gol del 3-0 con un destro rasoterra da limite sull’assist di Deiola imprendibile per Terracciano. 

Giannetti 7: Suggella un ottimo finale di stagione mettendo a segno la rete numero 10 e affermandosi come il terzo rossoblu ad andare in doppia cifra. Bravo come sempre a farsi trovare al posto giusto nel momento giusto. 

 

Rastelli 7: Presenta un Cagliari con un’unica novità, dettata dalle esigenze per l’assenza di Ceppitelli, e confermando di tenere alla vittoria del campionato nonostante la promozione già acquisita. Primo tempo sotto ritmo con i rossoblu che si limitano a controllare la partita, poi nella ripresa arriva la vittoria numero 15 al Sant’Elia, la 24 in stagione, centrando così un altro record. Il suo Cagliari non solo centra l’obiettivo, ma è sempre più nella storia del club. 

Articolo precedente
Cagliari-Salernitana 3-0, il tabellino del match
Prossimo articolo
Rastelli a Sky: «Oggi è stata la ciliegina sulla torta. Avevo fatto una promessa a Dessena»