Cagliari 2-1 Fiorentina, le pagelle dei rossoblù. Pinilla bomber ritrovato, Agazzi determinante

© foto www.imagephotoagency.it

Nel silenzio dello stadio “Is Arenas” rotto dagli incessanti cori provenienti dall’esterno dell’impianto quartese da dove tantissimi tifosi rossoblù hanno incitato la squadra “a distanza”, il Cagliari si impone sulla Fiorentina con il risultato di 2-1. Mattatore del match il ritrovato bomber cileno Mauricio Pinilla, autore della doppietta decisiva per una vittoria che porta i rossoblù a quota 38 punti in classifica e che avvicina la squadra sempre più all’obiettivo salvezza. Di seguito le pagelle dei rossoblù proposte dalla nostra redazione di CagliariNews24:

AGAZZI 7: nel primo tempo quasi inoperoso, nel finale di gara risulta decisivo con due interventi che salvano il risultato a favore dei rossoblù. Incerto in un’occasione con un’uscita “a vuoto”, ma sui tre punti c’è anche il “suo zampino”.
PISANO 6: prestazione sufficiente, tanta corsa e grinta per “Pisanetto“. Non è una novità.
ROSSETTINI 6,5: buona prestazione per l’ex Siena al rientro dopo la squalifica. Con Astori, coppia collaudata.
ASTORI 7: direttore d’orchestra nel pacchetto difensivo come al solito impeccabile. Padrone dell’area di difesa e punto di riferimento per i compagni là dietro. 
MURRU 6,5: ancora una volta i tecnici rossoblù l’hanno preferito al più “anziano” brasiliano Danilo Avelar. Lui ha ripagato ancora una volta la fiducia concessagli offrendo l’ennesima prestazione “da veterano” a dispetto della sua giovanissima età. Unica incertezza in occasione dell’azione viola che ha portato al giallo di Cuadrado. Ma tutto sommato bene. Ammonito, era diffidato e salterà la trasferta di Catania.
EKDAL 6: non brillantissimo come nelle ultime uscite, lo svedese viene sostituito all’inizio del secondo tempo, forse per un problema fisico. 
(dal 46′) DESSENA 6,5: sotituisce un Ekdal leggermente sottotono e lo fa egregiamente. Entra in campo e ci mette la sua solita grinta e la sua grande corsa. 
CONTI 6,5: al rientro dopo l’infortunio, il capitano torna nel suo ruolo di trascinatore in mezzo al campo. Forse non ancora nella migliore forma ma, bentornato!
(dal 72′) CABRERA sv:  altra manciata di minuti concessi al giovane uruguayano che familiarizza sempre più con il campionato italiano. Da segnalare un bel tiro nel finale deviato in corner da Viviano. Arriverà anche il suo momento.
NAINGGOLAN 7: solito mastino di centrocampo, è come sempre “in ogni dove”. Imposta, attacca, difende. Un tuttofare, i grandi club se ne sono accorti…
COSSU 7,5: tra i migliori in campo sicuramente, le azioni rossoblù partono quasi sempre dai suoi piedi deliziosi. Unica pecca l’ammonizione rimediata per proteste che lo terranno fuori in occasione del prossimo match a Catania.
PINILLA 8,5: il bomber è tornato. A sopresa schierato titolare dopo tanto tempo, già dai primi minuti di gioco mostra la sua voglia e la sua grande vena odierna. Già al 5′ gran bel colpo di testa che finisce fuori di poco. Poi il goal, gran bella girata al 10′, è il primo di questo campionato realizzato su azione. Al 38′ il raddoppio dal dischetto con calcio di rigore procurato da Sau. Apprezzabile il suo aiuto in fase difensiva. E’ un peccato che al minuto 67′, momento in cui ha lasciato il campo nella sostituzione con Ibarbo, il suo pubblico non gli abbia potuto dedicare quella che sarebbe stata una meritatata “standing ovation”. Ritrovato.
(dal 67′) IBARBO 6: a sorpresa lasciato in panchina per far spazio dal 1′ al collega cileno, quando entra non lascia il segno sul match. Ma nei poco più che 20 minuti giocati, qualche buona accelerazione e un gran bel tiro al 70′ che Viviano riesce a respingere.
SAU 7: il bomber stagionale (11 reti per lui) al rientro oggi dopo alcuni turni, non mostra la forma smagliante dei tempi migliori ma offre una prestazione più che dignitosa. Procura il rigore che Pinilla trasforma per il 2-0 provvisorio. Al 58′ gran bel tiro che Viviano riesce a respingere. 

PULGA-LOPEZ 8,5: ancora una volta hanno ragione loro. A sopresa schierano Pinilla dal 1′ al posto del colombiano Ibarbo protagonista delle ultime uscite rossoblù. Il bomber cileno si mostra ritrovato e ripaga la fiducia con una pesante doppietta. Cagliari a 38 punti con l’obiettivo salvezza ormai ad un passo, nonostante tutte le vicissitudini che stanno caratterizzando questa tribolata stagione rossobblù. Giù il cappello

TIFOSI DEL CAGLIARI 10: oggi più che mai una grande nota di merito a tutto il popolo rossoblù, i tifosi che ancora una volta sono stati privati della possibilità di assistere alla partita della propria squadra del cuore. Con la solita grande civiltà e la grande compostezza che caratterizza il tifo isolano, tantissimi supporters si sono dati appuntamento all’esterno dello stadio “Is Arenas” per far sentire la propria vicinanza alla squadra rossoblù. Da applausi

Articolo precedente
Cagliari, Pinilla: «Non ho intenzione di andarmene»
Prossimo articolo
Mister Diego Lopez: «Grandissimo girone di ritorno»