Cagliari 1-0 Ternana, le pagelle dei rossoblu

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari supera di misura la Ternana al Sant’Elia e trova immediato riscatto dopo la sconfitta di Crotone confermando lo strepitoso andamento casalingo in questa stagione. Un successo prezioso per tenere il passo della capolista, arrivata grazie al terzo gol stagionale di Di Gennaro al termine di una prova non certo brillante dei rossoblu. 

 

Storari 6: Poco impegnato per tutta la partita, si limita a gestire con sicurezza i pochi palloni che arrivano dalla sua parte.
Pisacane 6: Parte bene spingendo sulla destra. Col passare dei minuti allenta la spinta offensiva e si limita a controllare la sua zona. Poi è costretto ad abbandonare per un problema fisico. (Dal 78′) Benedetti 6: Attento e caparbio nel finale di quella potrebbe esser stata la sua ultima gara in rossoblu.
Salamon 6,5: Prova in linea con le recenti prestazioni. Puntuale nelle chiusure e pulito nell’anticipo, è lui più di Di Gennaro ad impostare la manovra da regista arretrato.
Ceppitelli 6,5: Ottima gara anche per lui, al rientro dalla squalifica. Attento e preciso, non concede nulla ad Avenatti. Rischia solo alla mezz’ora della ripresa mancando l’intervento in area e regalando una grande chance alla Ternana.
Barreca 7: Tra i migliori dei rossoblu, bravo nel fornire supporto alla manovra offensiva con continue sovrapposizioni e una grande facilità di corsa. Nella ripresa va vicino al gran gol dopo un’iniziativa personale.
Munari 6: Fa il suo in mezzo al campo, recuperando tanti palloni e cercando sempre la giocata in verticale.
Di Gennaro 7: Lascia il compito di impostare a Salamon, provando a rilanciare l’azione cercando subito il servizio per le punte, seppur con qualche errore di troppo. Nel primo tempo scalda le mani a Mazzoni con una bella conclusione dalla distanza, nella ripresa lo fredda dal limite siglando il gol che vale la partita. (Dal 78′) Cinelli 6,5: Ottimo impatto sulla partita del nuovo arrivato, recupera diversi palloni e rilancia l’azione palla al piede.
Fossati 6: Come al solito poco appariscente ma concreto. Offre costante appoggio ai compagni e si alterna con Di Gennaro nel rilanciare l’azione.
Farias 6: Nella prima parte di gara fatica forse a trovare la giusta collocazione sulla trequarti. Parte da sinistra, ma gli sbocchi non sono tanti e i suggerimenti per i compagni non sempre precisi. Così, l’azione più pericolosa arriva con la prima ripartenza centrale della partita, quando salta perfettamente l’uomo ma la conclusione finisce di poco fuori. Si risveglia a metà ripresa rendendosi pericoloso in due occasioni. 
Melchiorri 5,5: Torna dopo aver scontato i due turni di squalifica per i fatti di Salerno. Si muove tanto come al solito, ma fatica a trovare lo spunto in avanti, che sia la conclusione o l’assist per i compagni. (Dal 54′) Cerri 6,5: Solita lotta con i difensori avversari, bravo a far respirare la squadra difendendo il pallone e conquistando falli preziosi.
Sau 6: Si muove tanto in avanti, ha diversi spunti e buoni movimenti, ma nel primo tempo l’intesa con i compagni difetta di precisione nell’ultimo passaggio. Suo l’assist a Di Gennaro per il gol della vittoria.
 
 
Rastelli 6: Il Cagliari centra la vittoria ma di certo non brilla. Il possesso palla è lento e troppo prevedibile per poter sorprendere la difesa avversaria, in avanti manca precisione nell’ultimo passaggio. Note positive arrivano dai cambi, con Cerri e Cinelli che entrano bene in partita.
Articolo precedente
Cagliari – Ternana 1-0. Il tabellino della sfida
Prossimo articolo
SALA STAMPA – Breda: «Predominio Cagliari! Avremmo potuto far meglio»