Cagliari 0-1 Novara, le pagelle dei rossoblu

© foto www.imagephotoagency.it

Sconfitta amara per il Cagliari nell’anticipo del Sant’Elia con il Novara che ha aperto la 29^ giornata del campionato di Serie B. Per i rossoblu, arriva così la seconda battuta d’arresto consecutiva che interrompe l’imbattibilità casalinga che durava dal finale della scorsa stagione. Un match condizionato dall’ingenua espulsione di Fossati alla mezz’ora e decisa poco dopo da una splendida giocata di Gonzalez

 

Storari 6,5: Non può nulla sul perfetto diagonale di Gonzalez. Provvidenziale in uscita sullo stesso attaccante sul finire del primo tempo, anche se rimano il dubbio di un intervento con le mani fuori area.
Balzano 6: Fino all’espulsione che cambia volto alla gara spinge con costanza sulla fascia, poi è costretto a un lavoro prettamente difensivo su Lanzafame.
Salamon 6: L’inferiorità numerica rende tutto più complicato, lui fa la sua parte pur prestando il fianco al contropiede avversario in alcune circostanze.
Krajnc 5: Pesa l’errore sul gol del Novara, quando tiene in gioco Gonzalez invece di mandarlo in fuorigioco. In generale una prestazione poco attenta e sicura.
Barreca 6: In avvio prova a spingere in avanti, poi anche lui è costretto a una partita di sacrificio in fase difensiva.
Joao Pedro 6,5: Suona la sveglia al 33′ con una conclusione da fuori area che impegna Da Costa. Pur nell’emergenza, si cala nella parte con una prestazione di grinta e determinazione in mezzo al campo.
Fossati 4,5: Parte bene nel suo ruolo naturale cercando spesso e bene la verticalizzazione immediata. Rovina tutto con un intervento ingenuo che gli costa il doppio giallo e la conseguente espulsione lasciando la squadra in inferiorità numerica in piena emergenza-centrocampo. Un episodio che conferma il periodo di appannamento vissuto dall’ex Perugia.
Deiola 5,5: Rispetto ai compagni di reparto, anche nella prima parte di gara si fa vedere poco. Nella ripresa non sfrutta una delle rarissime occasioni dei rossoblu mandando fuori di testa.
Farias 6: Al 20′ si divora una grande occasione sparando fuori sul lancio di Fossati. Solito funambolo ma poca precisione, con la squadra in dieci si si sacrifica a centrocampo e di questo gli va dato merito. (Dal 64′) Cerri 6: Lotta in mezzo ai difensori avversari, ma sono pochi i palloni che arrivano dalle sue parti per poter far male, anche se qualche grattacapo alla difesa azzurra lo crea.
Melchiorri 5: Appare stranamente avulso dal gioco, in avanti non riesce a dialogare con Sau né a impensierire Da Costa. (Dal 45′) Colombatto 5,5: Il suo ingresso serve a riequilibrare la squadra. Finale in crescendo, ma per oltre metà ripresa il Cagliari si espone al contropiede avversario non riuscendo però a ripartire.
Sau 6: Del reparto avanzato è sicuramente il più intraprendente. Parte in posizione defilata e crea qualche pericolo ai difensori avversari,  (Dal 72′) Giannetti 5,5: Anche lui come Cerri, entra in una situazione complicata e le occasioni in area sono veramente poche per poter incidere.
 
Rastelli 6: L’espulsione di Fossati cambia l’inerzia della partita. Sino alla mezz’ora il Cagliari aveva gestito la partita mostrando buone trame con lo stesso regista. Rinvia l’ingresso di Colombatto a inizio ripresa, sacrificando Farias sulla linea dei centrocampisti. Col senno di poi una decisione ininfluente dato che il Novara va in gol con una giocata di Gonzalez. I cambi in attacco nella ripresa non danno i frutti sperati; il Cagliari ci prova però sino alla fine, terminando la gara in crescendo. 

 

Articolo precedente
Novara, Lanzafame a fine gara: «Partita di sacrificio, con qualità e personalità»
Prossimo articolo
Baroni a Sky: «Vinto contro un grande Cagliari»