Connettiti con noi

Editoriale

Boga Atalanta: l’uomo giusto per coprire il buco lasciato dal Papu Gomez

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Il calciomercato invernale ha già battuto i suoi primi colpi: Boga si trasferisce all’Atalanta per diventare il nuovo Papu Gomez

Giorno di Natale particolarmente propizio in casa Atalanta: chiusa l’operazione Jeremie Boga sulla base di 22 milioni di Euro più bonus. Una cifra che si avvicina alla fatidica quota 25 richiesta dal Sassuolo che, dal canto suo, mette a segno l’ennesima plusvalenza (in questo caso, verissima) clamorosa degli ultimi anni dopo averlo acquistato nel 2018 per circa 4 milioni.

Una cessione che il club neroverde aveva sostanzialmente già messo in preventivo da tempo, anche perché l’ex Chelsea non è più stato un reale fattore nell’undici di Dionisi, complice anche qualche infortunio di troppo. Appena dodici le presenze stagionali in Serie A, con quella casella delle reti realizzate ancora malinconicamente piantata sullo zero.

Potrebbe sembrare un paradosso, ma pur salendo di livello in maglia nerazzurra il franco-ivoriano avrà ora più chance di brillare. Le sue caratteristiche tecniche, tattiche e atletiche sono infatti perfette per inserirsi nello scacchiere di Gian Piero Gasperini.

E a distanza di un anno quasi esatto verrà finalmente colmata la lacuna lasciata dalla partenza del Papu Gomez. Perché la trequarti bergamasca in questo 2021 è stata fortemente sbilanciata a destra, complici i tanti giocatori di piede mancino che amano giocare “invertiti”, come si dice nel calcio moderno.

Da Ilicic a Malinovskyi da Miranchuk allo stesso Pessina. Tutti adattabili sul lato che fu del numero 10 argentino ma nessuno realmente a suo agio in quella posizione. E non è certamente un caso che Pasalic, l’unico trequartista di piede destro, abbia già realizzato 7 reti, di gran lunga il miglior girone d’andata della sua carriera.

Ecco dunque spiegato il motivo per cui l’Atalanta ha fortemente voluto Boga. Una volta conclusa l’avventura in Coppa d’Africa, il nazionale ivoriano sarà il tassello perfetto per tentare il salto di qualità in chiave Scudetto.

 

Advertisement

News

Advertisement