Blitz di Marroccu in via Eligio Porcu. Apertura ai soli fidelizzati? Di Cesare disponibile

© foto www.imagephotoagency.it

Si cerca di trovare una soluzione per far giocare il Cagliari a Is Arenas. Stamane, in gran segreto, una delegazione della Società rossoblù, guidata dal direttore generale Francesco Marroccu e dal segretario sportivo Matteo Stagno, si è recata al Comune di Quartu, per incontrare i dirigenti quartesi. In un clima di grande cordialità, il “secondo” di Contini, Di Cesare ha ribadito le ragioni per le quali il Comune ha negato l’autorizzazione in deroga dell’impianto per la partita di domenica contro il Torino. “L’Amministrazione è attentissima a questa situazione. E’ infatti “partner” in questo gioco per quanto riguarda la convenzione stipulata l’anno scorso”, dichiara il vice-sindaco. Secondo i legali del Cagliari, si potrebbe giocare con l’ingresso dei soli abbonati o a porte chiuse: queste due opzioni infatti scavalcherebbero i veti posti dall’indagine sullo stadio quartese. Lo riferisce l’emittente locale Videolina. Anche se manca ancora la richiesta ufficiale da viale La Playa.  “Il Comune anche adesso può fare passi in maniera legittima e qualsiasi altra richiesta dovesse pervenire, Noi la valuteremo con grande attenzione”, conclude Fortunato Di Cesare, intervistato sempre dall’emittente sarda.

Articolo precedente
Torino a lavoro in vista di Cagliari, differenziato per Santana
Prossimo articolo
Archiviata la sesta giornata di ritorno: show del Siena con la Lazio