Avellino 1-2 Cagliari, le pagelle dei rossoblu

© foto www.imagephotoagency.it
Il Cagliari torna alla vittoria in trasferta superando l’Avellino al Partenio nell’anticipo della 24^ giornata del campionato di Serie B. Una sfida dal sapore particolare per il tecnico rossoblu Massimo Rastelli, al ritorno in Irpinia da ex dopo l’addio dell’estate scorsa e tra i principali artefici del successo odierno dei suoi. Una sfida che si era messa in salita per il Cagliari, passato in svantaggio dopo pochi minuti ma capace di reagire subito con Munari e poi andare vicino al raddoppio con Sau. Con la superiorità numerica, nella seconda metà della ripresa i rossoblu hanno messo alle corde l’Avellino, trovando la rete della vittoria con il neoentrato Cerri.
 
 
 
Storari 6,5: Oltre alla solita sicurezza tra i pali è anche tempestivo in uscita su Castaldo e Mokulu. Nel secondo tempo, con la superiorità numerica non corre alcun pericolo.
Balzano 7: Difende con ordine e quando può offre appoggio in fase offensiva e spesso gli riesce anche la giocata.
Salamon 6: In difficoltà rispetto alle prestazioni impeccabili a cui aveva abituato. Ingaggia un duello personale con Castaldo, faticando non poco a prendere le misure e ricorrendo spesso al fallo.  
Ceppitelli 6: Nel primo tempo Castaldo e Mokulu mettono in difficoltà la retroguardia rossoblu. Con la superiorità numerica e l’uscita di Mokulu si limita al lavoro di impostazione.
Barreca 6,5: Prestazione davvero ottima in fase offensiva, dove offre spinta costante e buoni palloni sin dalle prime battute. Un giudizio che avrebbe potuto essere più alto, ma in fase difensiva ha dimostrato di dover ancora crescere tanto sul piano tattico.
Munari 7: Grande prestazione quella dell’ex Watford. Corsa a tutto campo e palloni recuperati a volontà, è sempre pronto a buttarsi negli spazi, siglando prima il pareggio e poi andando vicino alla doppietta nel finale. Onnipresente.
Di Gennaro 6: Nel primo tempo lascia  il compito di costruire a Fossati, in avvio di ripresa parte pimpante e va alla conclusione in due occasioni, prima di lasciare per un problema fisico. (Dal 57′) Cinelli 6,5: Entra bene in partita, appoggiando la manovra offensiva con qualità e fornendo aiuto  in ripiegamento quando necessario
Fossati 7,5: Prestazione da gigante quella odierna. È senza dubbio il migliore dei rossoblu, incaricandosi di costruire gioco con precisione e tempi giusti sia al fianco di Di Gennraro sia da centrale nella ripresa.
Joao Pedro 6: Pronti via e si divora il vantaggio sull’assist di Barreca, poi si riscatta servendo a Munari l’assist per il pareggio. Si vede in un altro paio di occasioni, poi come a volte gli succede, sparisce dalla partita. (Dal 62′) Melchiorri 6,5: Appena entrato ha un’ottima occasione in area di rigore ma la coordinazione non è il massimo e spara alto. Un paio di ottimi spunti sulla destra.
Farias 7: Non riesce a trovare la porta, ma dà sempre la sensazione di riuscire a mettere in difficoltà la difesa irpina con la sue armi, qualità e velocità.
Sau 6,5: Nel primo tempo va vicino al raddoppio vincendo un tre contro uno ma la sua conclusione si spegne sul palo. Non trova il gol, ma una buona prestazione e tanti movimenti che fanno parte del suo repertorio. (Dal 74′) Cerri 7,5: Entra e decide il match siglando il gol vittoria con uno stop e tiro dentro l’area piccola che abbatte l’Avellino.
 
 
Rastelli 7: Non era una sfida come le altre per il tecnico rossoblu, al ritorno da ex al Partenio. L’avvio di gara è in salita ma il Cagliari centra meritatamente una vittoria tra le più importanti della stagione.
Articolo precedente
Avellino-Cagliari 1-2. Il tabellino della sfida
Prossimo articolo
Balla coi lupi