Allegri: «Sono legato al Cagliari, ma sabato dobbiamo vincere»

allegri juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Max Allegri fa il punto sulla situazione della Juventus e tiene alta la concentrazione: «Sono molto legato a Cagliari e Sardegna, ma sabato serve vincere per pensare poi alla Champions»

Sabato sera Massimiliano Allegri incontrerà di nuovo il suo passato, quel Cagliari in cui da calciatore ha militato dal 1993 al ’95 e che ha guidato dalla panchina nel biennio 2008-10. Iniziò proprio sull’isola la sua ascesa, poi il salto al Milan – che guidò allo scudetto – e la chiamata della Juventus. Oggi Allegri è uno dei tecnici più in vista a livello europeo e dall’alto dell’esperienza accumulata negli anni non perde occasione per tenere al massimo la concentrazione della sua squadra. Facendo il punto della situazione di fronte alla stampa, l’allenatore toscano ha parlato anche dei rossoblù e dell’arma più affilata in mano a Maran: «Pavoletti lo vidi giocare da ragazzo nel Picchi (dieci anni fa, ad inizio carriera, ndr), notai lui ed un altro ragazzo – riporta DAZN -. Si vedeva che Leonardo avrebbe fatto carriera. Al Cagliari ed alla Sardegna sono molto legato, ho un passato sia da calciatore che da allenatore in rossoblù e là ho tanti amici, quando posso ci vado. Per noi sabato è un’altra tappa importante da portare a casa, in vista della Champions contro il Manchester United».

Articolo precedente
jeda cagliariJeda: «Juve-Cagliari 2-3 fu un’impresa. Maran, giocala alla pari»
Prossimo articolo
maran cagliari serie aCagliari, -2 alla Juve: ancora a parte Farias e Klavan