Algoritmo Serie A, ultima spiaggia in caso di stop. Ecco cos’è

gravina figc
© foto www.imagephotoagency.it

Algoritmo Serie A, l’ultima spiaggia per delineare la classifica del campionato in caso di stop definitivo. Ecco di cosa si tratta

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, lo ha spiegato chiaramente. Nel caso in cui il campionato non si potesse portare a termine spazio ai playoff/out o all’algoritmo per decretare la classifica finale. La Gazzetta dello Sport spiega nel dettaglio in cosa consiste quest’ultima ipotesi.

Si tratta di considerare una serie di parametri, con differenti «pesi», da utilizzare nel caso, per esempio, di stop definitivo con squadre che hanno giocato un numero differente di partite. Un esempio: si parte, poi ci si deve interrompere e devi compilare le griglie di playoff e playout (il piano B) o addirittura sei costretto a fermarti di nuovo, stavolta definitivamente (piano C) e a sospendere quando alcune squadre hanno già giocato il loro turno di campionato e altre devono farlo. Che si fa? Naturalmente si faticherebbe a decidere con la squadra x che ha giocato 35 partite e che è sopra di un punto o due alla squadra y che ne ha disputate 34.

Si dovrebbe studiare un criterio che metta insieme diverse voci. La Figc deciderà in base a un numero maggiore di «voci», tutte però relative al merito sportivo della stagione. Si potrà scegliere fra media punti/partita, differenza casa-trasferta (ma è l’era delle porte chiuse), calendario che ti aspetta (devi giocare per esempio con le prime tre), differenza reti, gol fatti.