Alberto Cerri – I pagelloni di CagliariNews24

© foto www.imagephotoagency.it

Alberto Cerri era arrivato a Cagliari nel tardo mercato estivo dopo che Massimo Rastelli aveva espresso la necessità di avere in rosa un ariete in grado di scardinare le difese più chiuse. In realtà, nello svolgersi del campionato, il numero 28 è stato chiamato in causa talvolta per infoltire l’attacco ma altre volte per mantenere il possesso del pallone e far rifiatare la squadra.
Sono 26 le presenze totali della stagione di Cerri in rossoblù, ma solo due da titolare in campionato e altrettante in Coppa Italia. Il ragazzone ha mostrato uno strapotere fisico evidente, è impressionante osservarne l’incedere indifferente quando si ritrova anche due o tre avversari aggrappati alla maglia. Non è arrivato il contributo di reti di testa auspicato alla vigilia del campionato, ma va anche detto che di rado la squadra ha mutato forma per predisporsi ai cross dalle fasce.

 

Sono arrivati tre gol e tre assist, bottino forse scarno per una punta ma non era facile mettere insieme numeri migliori sfruttando sempre e solo qualche spezzone di partita. Cerri, vent’anni appena compiuti, avrebbe potuto segnare qualche rete in più ma in un certo periodo della stagione la palla non voleva proprio entrare e qualche errore a porta vuota ha fatto rumoreggiare il Sant’Elia. La freddezza sotto porta è caratteristica che si può migliorare, di certo partire da una base fisica così importante faciliterà la strada al ragazzo.
Il popolo rossoblù comunque ha avuto modo anche di accompagnare con gli applausi qualche giocata del gigante: il gol di Lanciano è stato tanto sgraziato quanto liberatorio, quello di Avellino ha risolto una partita che sembrava compromessa e quello di Bari ha sigillato la serata della festa. L’unico rimpianto forse è che nessuna delle marcature sia arrivata in casa.

 

Nel complesso il rendimento di Cerri è stato positivo in prospettiva; il ragazzo può fare tesoro dell’annata almeno per quanto riguarda la dimensione della categoria, e la squadra ha avuto quel rinforzo che cercara ad agosto. Ora, con il prestito in scadenza, il ritorno alla base Juventus e la verosimile partenza per un altro prestito, Cerri potrebbe puntare al posto da titolare in una compagine di B e continuare il suo percorso.

 

VOTO: 6

Articolo precedente
Serie B, la Salernitana vince l’andata del playout contro il Lanciano di Cragno
Prossimo articolo
Memorial “Mariani-Pavone”: Cagliari U17, oggi la finale contro la Stella Rossa