Aic, Calcagno: «Orari delle gare? A rischio l’ incolumità dei calciatori»

calcagno
© foto www.imagephotoagency.it

Aic, il vice presidente Calcagno: «Gli orari migliori per giocare restano le 18.45 e le 21. I giocatori saranno a rischio infortunio»

Il vice presidente dell’AIC Umberto Calcagno ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Tra gli argomenti trattati gli orari per la ripresa del campionato. Ecco le sue parole:

«Gli allenamenti si intensificano ma il numero degli infortuni non è al di sopra del normale rispetto all’inizio dei ritiri. Comprimere così tanto, tuttavia, questo finale di stagione in un periodo dell’anno dove non si è abituati a giocare e con temperature di un certo tipo, potrà creare qualche problema in più. Il Vice Presidente della Figc, Sibilia, ha proposto di posticipare di un’ora il match delle 16.30? Le 17.30 sembra comunque presto. Gli orari migliori restano gli slot delle 18.45 e delle 21.00. Non è una gara una tantum, ma si gioca ogni tre giorni a certe temperature: è a rischio l’incolumità dei calciatori e, considerando anche l’intensità delle partite, non sarebbe certo l’ideale giocare prima delle 18.45. I playoff? La volontà è molto chiara: i calciatori vogliono concludere il campionato giocando tutte le partite. Poi, la versione più corta è un’alternativa se dovesse succedere qualcosa che non possiamo prevedere. Ma stiamo lavorando ventiquattro ore al giorno e sette giorni su sette per poter completare i campionati. Mi auguro che la classifica si possa stabilire sul campo e che il merito sportivo possa prevalere su tutto».