Connettiti con noi

Focus

Roma-Cagliari: la sfida nella sfida tra Dzeko e Godin

Pubblicato

su

roma-cagliari dzeko godin

Roma-Cagliari sarà anche Dzeko-Godin: la sfida tra il Cigno di Sarajevo e il Faraone è uno tra i migliori duelli che può offrire oggi la Serie A

Nei rossoblù all’assalto della Capitale, il Faraone è pronto a infilarsi l’elmetto. Per battere i giallorossi in casa, ci vuole una grande prova del Comandante uruguagio. Stasera l’esito di Roma-Cagliari passerà inevitabilmente per lo scontro tra Edin Dzeko e Diego Godin. Due calciatori di caratura internazionale, pezzi pregiati delle proprie compagini e dell’intero campionato. Divisi da 27 giorni – tanti sono trascorsi dal 18 febbraio 1986, data di nascita del difensore rossoblù, e il 17 marzo dello stesso anno, giorno in cui vide la luce il bosniaco – ma accomunati dall’innata leadership, la quale li ha portati a essere fari di ogni squadra per cui hanno indossato la casacca. D’altronde, le carriere parlano da sé: Dzeko ha messo a segno 357 gol tra i professionisti – 6 in questa stagione, facendo razzia di trofei in Germania prima e Inghilterra poi. Un attaccante completo, come se ne trovano pochi in giro. Strepitoso nella gestione del pallone e nel far salire la squadra, tecnica sublime, implacabile dentro l’area di rigore. Dall’altro lato, un Godin capace di giocare ben 792 partite in carriera. Recordman dell’Uruguay – con cui ha vinto una Copa America nel 2011, baluardo dell’Atletico Madrid più vincente della storia: 3 Supercoppe Uefa, 2 Europa League, una Liga, una Copa del Rey e una Supercopa. A cui si aggiungono le due finale di Champions perse contro gli acerrimi rivali del Real. Giocatore mostruoso nella marcatura e nel tempismo degli interventi, ha nel carisma la sua dote principale. Il Faraone è tornato in campo, dopo la sosta forzata causa Covid, domenica contro l’Udinese, e ha subito fornito una prestazione maiuscola. I due giocatori si sono incrociati già 4 volte. L’ultimo precedente risale all’anno scorso, quando entrambi giocarono 90 minuti nel pareggio tra Inter e Roma. Poi solo coppe europee: due sfide nei sedicesimi dell’Europa League 2009/10 – il Wolfsburg di Dzeko eliminò, grazie anche a un gol del bosniaco, il Villareal di Godin – e un incrocio in Roma-Atletico Madrid, valido per la fase a gironi della Champions League 2017/18.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!

Advertisement