Rastelli: «I ragazzi sono arrivati in ritiro in buone condizioni. Tetteh? Mi ha sorpreso»

© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico rossoblù Massimo Rastelli ha parlato al termine del primo test amichevole del ritiro di Peio. Ieri il Cagliari ha superato 16-0 l’Unione Sportiva Pieve di Bono, formazione della Prima Categoria trentina. Queste le parole di Rastelli riportate dal sito ufficiale del club: «Sono soddisfatto dell’approccio – ha dichiarato l’allenatore campano – anche considerando che abbiamo iniziato la preparazione appena una settimana fa, oltre alla consistenza dell’avversario. I ragazzi si sono impegnati per mettere in pratica quanto provato durante la settimana. Abbiamo preferito non rischiare Sau per un leggero affaticamento, ma da domani tornerà ad allenarsi regolarmente con il gruppo». 

 

Cagliari che almeno inizialmente è ripartito quasi in toto dai reduci della passata stagione. «Siamo partiti dalla base dell’anno scorso – continua Rastelli – con qualche accorgimento diverso per dare maggior solidità alla squadra. Tutti sono arrivati in ritiro in buone condizioni: evidentemente in estate non sono rimasti fermi, a conferma della grande professionalità di questo gruppo».

 

Il tecnico ha infine espresso un giudizio sui nuovi Tetteh e Pajac. «Tetteh ha qualità e forza fisica, oggi eravamo contati dunque l’ho tenuto in campo per più tempo rispetto agli altri; mi sta colpendo favorevolmente. Pajac? È un giocatore tecnico, con un ottimo piede: bisogna trovargli la collocazione giusta all’interno di questa squadra».

Articolo precedente
Cagliari-Pieve di Bono: il primo test dei rossoblù finisce 16-0
Prossimo articolo
Cagliari, si riparte da Padoin terzino