Polonia-Italia, Walukiewicz sorprendente, panchina per Cragno

nazionali walu
© foto Instagram @seba.walukiewicz

Il match di ieri di Nations League Polonia-Italia è finito 0-0. Il classe 2000 Walukiewicz brilla, Cragno in ombra nella panchina azzurra

Che Sebastian Walukiewicz avesse bisogno solo di un po’ di fiducia in più per poter sfoggiare tutte le sue abilità si era già capito alla fine della passata stagione quando l’ex tecnico rossoblù Walter Zenga decise di mettere in campo da titolare il polacco classe 2000. Ora arrivano le conferme, non solo nelle partite giocate nel Cagliari ma anche in quelle nella sua Nazionale capitanata da Robert Lewandowski. Nel match di ieri Polonia-Italia, gara valida per le qualificazioni per la fase finale della Nations League si sono visti contrapposti due rossoblù: Walukiewicz da una parte e Alessio Cragno dall’altra. Se il primo ha brillato per 90′, l’estremo difensore, invece, è rimasto in ombra in panchina nonostante il suo recente esordio con Roberto Mancini.

LA PRESTAZIONE DI WALU – Il giovane polacco continua a dimostrasi un elemento importante per la Nazionale del tecnico Jerzy Brzeczek e per il suo reparto difensivo, mostra grande personalità riuscendo a limitare l’attacco italiano con un sombrero ai danni del Gallo Belotti. La partita di Danzica si è conclusa zero a zero con un po’ di rammarico per gli Azzurri, con un’Italia bella da vedere, che gioca ma non morde. Il prossimo impegno per gli uomini di Roberto Mancini sarà il 14 ottobre nella sfida contro l’Olanda. La Polonia invece vedrà come sua avversaria, sempre mercoledì, Bosnia ed Erzegovina.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!