Connettiti con noi

Editoriale

Nazionale Italiana, il rinnovo di Mancini la migliore delle scelte

Pubblicato

su

La notizia del lunedì è l’ufficialità del rinnovo per Roberto Mancini come Commissario Tecnico della Nazionale Italiana

Roberto Mancini ha rinnovato il suo contratto da Commissario Tecnico della Nazionale Italiana. L’ufficialità è arrivata nel pomeriggio di ieri, a chiudere definitivamente il battage mediatico sul futuro del tecnico jesino, ora legato ai colori Azzurri fino al 2026.

Una firma che rende felici le parti in causa,  a partire dal Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio Gabriele Gravina. Il numero uno federale aveva sempre manifestato piena fiducia nella prosecuzione dell’accordo, mantenendo in qualche modo la promessa fatta e blindando il CT fino al 2026.

Cinque anni dunque ancora alla guida dell’Italia per il Mancio, il quale ha dunque deciso di legarsi per un nuovo quadriennio che ci condurrà ai Mondiali 2026, in programma nel Nord America tra Stati Uniti, Messico e Canada.

Probabilmente superfluo sottolineare quanto continuità e stabilità siano spesso alla base dei successi. E d’altronde che senso avrebbe avuto non puntare con forza su un allenatore da record, sin qui semplicemente straordinario nel ricreare entusiasmo e partecipazione dopo la clamorosa debacle della gestione Ventura.

Se la nostra Italia si presenterà ai nastri di partenza di Euro 2020 tra le principali candidate al titolo continentale, gran parte del merito è del CT, capace di dare gioco e identità alla squadra. Segnali forse ancor più incoraggianti dei risultati da urlo conseguiti sul campo.

Ma al di là di come andrà la campagna europea, l’obiettivo della crescita collettiva resta primario. La fiducia nei giovani alla base di un progetto di lunga durata, la pre-convocazione del Golden Boy del Sassuolo Raspadori l’ennesima dimostrazione di lungimiranza e programmazione.

Un passo alla volta, sempre insieme a un allenatore che ha convinto ormai anche tutti i suoi detrattori, dimostrando di essere particolarmente tagliato per il ruolo di selezionatore. Insomma, lunga vita a Roberto Mancini, la migliore delle scelte per la Nazionale Italiana.