Nainggolan e l’astio verso la Juventus: «Nasce dai tempi di Cagliari»

© foto www.imagephotoagency.it

Radja Nainggolan svela i motivi dell’astio nei confronti della Juventus: «Nasce tutto dai tempi di Cagliari, vedevo gli arbitri un po’ condizionati dagli atteggiamenti dei bianconeri»

Dall’affermazione in Serie A nel Cagliari all’ascesa nella Roma. Da cinque stagioni il centrocampista belga è il leader del centrocampo dei giallorossi ma rimane stretto il legame nei confronti dell’isola in cui ha mosso i primi passi in massima serie. Oggi Radja Nainggolan è considerato uno dei centrocampisti più completi d’Europa ed è spesso al centro dell’attenzione mediatica, non soltanto per le gesta sul rettangolo verde. Nel corso una lunga intervista a Il Romanista il belga ha chiarito dove e quando è nato l’astio nei confronti della Juventus, più volte ribadito nel corso della carriera: «Io dico quello che penso. Nasce tutto dai tempi di Cagliari, vedevo in campo certi atteggiamenti dei giocatori nei confronti degli arbitri e gli arbitri mi sembravano sempre un po’ condizionati. Quando poi è successo che nello scontro diretto ci hanno dato due rigori contro fuori area ho detto che la storia è sempre la stessa, non cambia mai. E gli juventini mi hanno attaccato. Io ho solo risposto», ha spiegato Nainggolan.

Articolo precedente
rastelli cagliariCagliari, una Spal-lata decisa. E quel salto di qualità mentale…
Prossimo articolo
Cagliari e Sassuolo, i precedenti con l’arbitro Gavillucci