Connettiti con noi

News

Semplici vuole un Cagliari offensivo: l’idea del tecnico per rivitalizzare Joao Pedro

Pubblicato

su

Leonardo Semplici vuole un Cagliari più offensivo per assecondare Joao Pedro e renderlo più utile in zona gol

Si riparte (anche) da Joao Pedro. E non potrebbe essere altrimenti visto che il brasiliano è stato l’ultimo a segnare l’ultima rete del Cagliari in una squadra che, specie nel nuovo anno, sembra aver perso completamente la via del gol. Nelle ultime nove uscite i rossoblù hanno gonfiato la rete appena tre volte e ora toccherà a Semplici invertire questo trend estremamente negativo.

Il numero 10 rossoblù – spiega Il Corriere dello Sport – sembrava aver trovato la sua posizione sempre più vicino all’area avversaria ma il gol contro il Sassuolo (l’ultimo in ordine temporale, datato 31 gennaio 2021) sembra aver esaurito la carica offensiva del brasiliano che pian piano è scomparso dal campo. Di Francesco per rivitalizzarlo ha snaturato il suo modulo (dopo averlo bocciato come esterno di sinistra nel tridente) e gli ha messo a fianco Nainggolan ma senza successo.

Ora Semplici vuole un Cagliari più offensivo con il centrocampista belga in cabina di regia all’interno di un centrocampo folto. La mediana a cinque, infatti, darebbe più copertura al Ninja liberando allo stesso tempo sia Nandez che Marin, sollevati da compiti difensivi in mediana. Da sciogliere il dubbio su chi saranno i terminali offensivi ma è quasi impossibile che il tecnico rinunci al suo miglior marcatore. Il candidato numero uno per affiancare Joao Pedro rimane Pavoletti (anche grazie alle caratteristiche aree e fisiche che il gioco di Semplici sembra prediligere).