Il Governo dice no al calcio: bocciata la proposta sul 14 aprile

serie a
© foto www.imagephotoagency.it

Il Governo dice no al calcio: allenamenti non prima del 4 maggio. Impossibile quindi riprendere le sedute, come si pensava, il 14 aprile

Era tutto nell’aria e il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha confermato il prolungamento delle chiusure generali fino al 3 maggio. Di conseguenza anche il calcio rimane fermo, almeno, fino al giorno seguente.

L’edizione odierna de Il Messaggero scrive che mentre il Premier attuava il suo discorso, il Ministro dello Sport, Spadafora diffondeva una lettera indirizzata al presidente del Coni, Malagò e a quello del comitato paralimpico. Bocciata quindi la proposta di alcuni club di riprendere gli allenamenti il 14 aprile.