Connettiti con noi

2015

Il 2015 rossoblu mese per mese – Dicembre

Redazione CagliariNews24

Pubblicato

su

Se Dicembre è di fatto un mese freddo, per il Cagliari di Massimo Rastelli è stato un mese più che caldo. La sconfitta di fine Novembre in casa del Brescia, partita che ha portato via dai campi capitan Dessena per il grave infortunio, carica a molla la squadra di Rastelli che sfoga tutta la sua rabbia in casa del Sassuolo in Tim Cup. Una sfida, quella del Mapei Stadium, dove il Cagliari, grazie ad un gol di Marco Sau, strappa il biglietto per gli ottavi di finale da giocarsi a San Siro contro l’Inter.

A mettere i bastoni tra le ruote al Cagliari ci pensa Gianluca Festa, ultimo tecnico rossoblù prima di Rastelli, col suo Como. Una rivincita contro la società rossoblù che non gli ha voluto dare fiducia al termine della sua esperienza in panchina del Cagliari. Il Como, fanalino di coda, si aggiudica un pareggio insperato e al di sotto di ogni aspettativa, visto che fino a quel momento il Cagliari davanti al suo pubblico aveva sempre vinto.

I rossoblù si rifanno subito in casa del Lanciano, dove stendono i padroni di casa per 3 a 1. L’obiettivo è sempre quello di inseguire il Crotone che, contro ogni pronostico, continua a guidare la classifica della Serie B.

Il pareggio rimediato in casa del Livorno sta troppo stretto al Cagliari, che avrebbe meritato qualcosa di più nella sfida giocata al Picchi. Un pareggio che costa caro al Cagliari perché il Crotone vince sul Modena e allunga sui rossoblù di Rastelli.

L’unica possibilità che il Cagliari ha di riacciuffare la vetta prima dello stop natalizio è quella di vincere tutte le sfide di Dicembre e sperare che il Crotone di Juric faccia qualche passo falso. Il Cagliari non ha più scuse adesso, perché la sconfitta a San Siro contro l’Inter cala il sipario in Tim Cup. Adesso la testa è concentrata soltanto in un solo obiettivo: vincere e conquistare la vetta.

Nella 19° giornata il Cagliari ospita il Bari. Una corazzata che punta a ritorno nella massima serie proprio come il Cagliari. La tensione è tanta attorno a questa sfida, ma il Cagliari è una squadra capace di soffrire e conquista una vittoria per 2 a 1 contro i pugliesi di Nicola, soffrendo forse più del dovuto. Questa è senza dubbio una delle vittorie più importanti dell’anno, dove il Cagliari ritrova se stesso e rosicchia un punto al Crotone che pareggia a Latina. Nella 20° giornata il Crotone pareggia in casa contro il Trapani. Il Cagliari ha la possibilità di mettere freccia e tornare al primo posto in classifica. Per farlo deve superare l’ostacolo in trasferta chiamato Salernitana. Troppo importante questa sfida per lasciarsela sfuggire. Il Cagliari vince per 2 a 0 in una partita che verrà ricordata per la rissa scatenata dopo il gol Tello e la sua esultanza, che ancora non trova giustificazione. Ma è un fattore relativo, perché il Cagliari con questa vittoria va via da Salerno con tre punti in tasca che gli permettono di tornare lì dove conta: al primo posto.

L’ultima sfida dell’anno il Cagliari la gioca in casa contro la Pro Vercelli, davanti ad un Sant’Elia tutto esaurito. L’entusiasmo è forte e il Cagliari lo è ancora di più perché stende i piemontesi per 3 a 0. Una partita che chiude l’anno dei rossoblù nel migliore dei modi: il Sant’Elia in festa e il Cagliari ancora primo in classifica.

Non ci sarebbe stato modo migliore per chiudere questo 2015. Un anno duro, pieno di batoste con la più dolorosa qual è stata la retrocessione. Dalle ceneri di quelle sconfitte è nato un Cagliari che fino a questo momento ha dato spettacolo, facendo di tutto per riconquistare i propri tifosi. Ora tifosi e squadra remano verso quel traguardo chiamato Serie A.

Advertisement