Connettiti con noi

Hanno Detto

Criscitiello critica il Cagliari: «Bruciano allenatori come si brucia la legna a novembre»

Pubblicato

su

Michele Criscitiello, nel suo editoriale per TMW, critica fortemente la scelta del Cagliari di esonerare Semplici

L’esonero di Leonardo Semplici a tre giornate dall’inizio del campionato ha scosso non solo il popolo rossoblù ma anche i vari salotti sportivi. Michele Criscitiello, nel suo editoriale per TMW, è tornato sulla questione, criticando duramente la scelta della club guidato da Tommaso Giulini.

«Cosa parti a fare con Semplici se già non lo stimavi dalla fine dello scorso campionato? Cambia subito, no? Invece parti con Semplici, pretendi grandi cose nonostante un mercato fatto di mezzi calciatori e grande confusione, prendi Keita  al fotofinish e pretendi che la squadra a settembre viaggi come un treno. Rispolveri Mazzarri e lo strapaghi con tre anni di contratto. A Cagliari è follia pura: bruciano allenatori come si brucia la legna a novembre. Le società dovrebbero vedere gli allenatori più come manager e meno come capri espiatori da dare in pasto a stampa e tifosi».