Cagliari, visita al carcere di Uta per “La partita con papà” – FOTO

© foto CagliariNews24.com

Pomeriggio speciale per i bimbi figli dei detenuti alla casa circondariale di Uta: il Cagliari in visita alla struttura col progetto “Bambini senza sbarre”

L’associazione “Bambini senza sbarre” e il Cagliari Calcio hanno regalato un pomeriggio diverso ai bimbi figli dei detenuti alla casa circondariale Ettore Scalas di Cagliari-Uta. Nell’ambito del progetto “La partita con papà” i piccoli hanno potuto scambiare passaggi e calci al pallone con i papà, cosa già fuori dall’ordinario per i genitori che si trovano all’interno della struttura, unica se poi a giocare con loro ci sono Radja Nainggolan, Alessandro Deiola, Daniele Ragatzu e Andrea Cossu. La delegazione rossoblù ha regalato sorrisi e autografato un’infinità di palloni, ricevendo in cambio i sorrisi felici dei bambini. Poco male se la pioggia ha impedito di disputare una vera e propria partitella al campo: la biblioteca ha offerto lo spazio necessario per far trascorrere ai ragazzi un pomeriggio da ricordare. Se da una parte sono arrivati palloni e firme, dall’altra i detenuti hanno voluto omaggiare i visitatori rossoblù con delle opere da loro realizzate nella falegnameria della struttura. Un appuntamento che si rinnova per il Cagliari e l’associazione “Bambini senza sbarre“.

ISCRIVITI GRATIS ALLA NEWSLETTER DI CAGLIARINEWS24