Connettiti con noi

Settore giovanile

Cagliari Primavera, Agostini: «Stiamo dimostrando quanto valiamo»

Pubblicato

su

Alessandro Agostini, tecnico del Cagliari Primavera, ha parlato ai canali ufficiali del club dopo la strepitosa vittoria dei suoi ragazzi contro la Juve

Alessandro Agostini, tecnico del Cagliari Primavera, ha parlato ai canali ufficiali del club dopo la strepitosa vittoria dei suoi ragazzi contro la Juve.

«Stiamo dimostrando quanto valiamo. La fame che oggi e nelle scorse settimane ha animato i ragazzi e il mio staff dobbiamo mantenerla per inseguire il risultato, la prestazione, la crescita di ciascuno di noi e quella collettiva. Oggi dovevamo tirare fuori una grande prova al cospetto di una grande del campionato, ce l’abbiamo fatta e ci godiamo questa soddisfazione».

MATCH – «Siamo partiti un pizzico contratti, la Juventus ha provato a impostare il suo ritmo ma noi non abbiamo mai abbassato il baricentro né ci siamo impauriti. C’è sempre stata la sensazione di poter far loro male e già nel primo tempo il vantaggio era meritato. Nella ripresa due prodezze hanno legittimato quella che penso sia stata la nostra superiorità, e ciò è stato possibile solo grazie al sacrificio di tutti in ogni momento, combattendo nella nostra area e spingendo quando potevamo. Battere un avversario così è una grande soddisfazione, non dobbiamo abbassare la guardia o pensare di essere diventati fenomeni, sarebbe un errore enorme. Dobbiamo invece prendere la bella dose di autostima e continuare a premere, perché tra Coppa Italia e campionato non ci sono pause».

CAGLIARI CINICO – «Stiamo maturando, la capacità di gestire e valutare i vari momenti passa dall’esperienza nelle partite e dall’attenzione nel lavoro quotidiano. Questa squadra ha perso qualche punto nei minuti finali o per alcune ingenuità, ma giorno dopo giorno si vedono dei miglioramenti che vanno ad incidere sui risultati».

CRESCITA – «Non dobbiamo guardare troppo alla graduatoria, le nostre priorità oggi sono altre, ovviamente in cima c’è il lavoro sui ragazzi che prossimamente dovranno cimentarsi col calcio dei grandi. E poi dobbiamo guardare al miglioramento quotidiano della squadra e al mantenimento della categoria. Solo così si possono ottenere risultati, gradino dopo gradino».

BOLOGNA IN COPPA – «Contro il Bologna negli ottavi abbiamo dimostrato di tenere alla manifestazione, ci si gioca un trofeo e le sfide in gara secca permettono di maturare molto. Ci giocheremo i quarti in casa nostra, contro una squadra molto insidiosa come l’Hellas Verona, sarà importante farsi trovare pronti al di là di chi scenderà in campo per dimostrare che siamo capaci di gestire tutti i fondamentali passaggi della stagione».